Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Relazioni esterne dell'Unione Europea: uno sguardo alle relazioni con il Giappone.

Il 9 maggio 1950, il Ministro degli esteri francese Robert Schuman legge in pubblico una dichiarazione secondo la quale gli Stati avrebbero dovuto cercare di cooperare tra loro al fine di evitare conflitti come quelli della II Guerra Mondiale. Come è stato da più parti segnalato il discorso di Schuman pone le basi per la costituzione di una istituzione sovranazionale cui affidare la gestione del mercato del carbone e dell’acciaio. Questo evento fu, senza alcuna ombra di dubbio, un atto di assoluto rilievo nella storia dell’Europa: Schuman tende, così, la mano agli avversari della Francia nella guerra appena conclusasi .
L’intesa proposta da Schuman prevedeva così di pervenire all’eliminazione dei contrasti di vecchia data tra la Francia e la Germania. Qualche anno dopo la cd. dichiarazione Schuman , l’Italia, la Germania, la Francia, il Lussemburgo, il Belgio e l’Olanda cominciarono, dunque, un’integrazione economica che sfociò nell’istituzione della CECA( Comunità Economica del Carbone e dell’Acciaio) prima e della CEE (Comunità economica europea) pochi anni dopo. Da quel momento l’integrazione e la collaborazione portata avanti da questi Paesi fu, ed è oggi, davvero straordinaria: nessuno avrebbe mai pensato che la loro collaborazione potesse arrivare fin dov’ è arrivata, soprattutto del breve tempo in cui è avvenuta. Uno dei passi più importanti, nell’ottica di una maggiore integrazione tra i Paesi membri, è sicuramente stato il Trattato di Maastricht del 1993, trattato che da un lato ha modificato quelli istitutivi, e dall’altro ha comportato la costituzione dell’Unione europea (UE) che, tra le altre cose, prevede l‘attuazione da parte degli Stati membri di una politica estera e di sicurezza comune.
L’oggetto di questo lavoro è quello di analizzare le relazioni estere dell’Unione europea ed in particolare i campi in cui questa organizzazione ha la possibilità di intrattenere contatti con Paesi terzi o organizzazioni internazionali e come, con quali mezzi. Nella parte finale, inoltre, prenderemo in considerazione le relazioni che questa organizzazione intrattiene con il Giappone.
Occorre tuttavia segnalare che nei mass media si sentono nominare le espressioni Unione europea e Comunità europea indifferentemente. È per questo motivo che prima di analizzare le relazioni esterne dell’Unione europea chiariremo la nozione di Unione europea e di Comunità europea, mettendo in luce le differenze tra le due e i rispettivi campi di competenza.
Divideremo, quindi, la tesi in tre parti. Nella prima analizzeremo le differenze tra Unione europea e la Comunità europea nelle relazioni esterne, le rispettive competenze della prima e della seconda ed i loro rapporti. Nella seconda vedremo in quali modi le l’Unione europea prende parte alle relazioni internazionali secondo quali procedure e che ruolo hanno le istituzioni comunitarie. Nella terza ed ultima parte ci occuperemo in particolare del fenomeno dell’integrazione dei mercati internazionali, ponendo una maggiore attenzione ai rapporti tra l’Unione europea ed il Giappone.

Qui di seguito è riportato un passo in giapponese, tratto dall'allegato V della tesi:

日本は 歴史上 そのほとんどを 他国から孤立してきた国であり、地理的な位置

が それを可能にしたともいえる。

一方では 他国の影響を受けず、発展することができたが、もう一方では 商業貿

易を発達させることができなかったのである。

Mostra/Nascondi contenuto.
7 CAPITOLO I DIFFERENZE TRA COMUNITA EUROPEA ED UNIONE EUROPEA NEI RAPPORTI INTERNAZIONALI 1.1 Le differenze tra Unione europea e Comunit eur opea nelle relazioni internazionali. Avviene con una certa frequenza che si utilizzi una terminologia errata quando ci si riferisce alla Comunit europea e all Unione europea. Si confondono le competenze dell una e dell altra e tutto ci avviene quando si affronta il tema dell e relazioni esterne, con particolare riferimento agli accordi internazionali. Comunit europea ed Unione europea sono due organiz zazioni con settori di competenza e poteri diversi. In base allo schema a tempio che viene comunemente usato per rappresentare l Unione e le sue componenti, l Unione europea pu essere descritta c ome una sorta di tempio avente tre pilastri: il primo Ł quello comunitario3, il secondo Ł 3 CE, CECA, EURATOM o CEEA. E importante ricordare che originariamente la CE era denominata CEE, passata all attuale denominazione nel 1993 con il Trattato di Maastricht, in considerazione della maggiore integrazione dei Paesi della Comunit (non piø Comunit Economica Europea, bens Comunit Europea); Per quanto riguarda la CECA, il Trattato che istituiva questa Comunit Ł scaduto nel

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Fabrizio Ferrara Contatta »

Composta da 119 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3613 click dal 02/02/2007.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.