Skip to content

Il processo di sviluppo dell'E-government: il caso E-mountain Lazio

Informazioni tesi

  Autore: Eugenio Biordi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi Roma Tre
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Politiche
  Relatore: Tiziano Onesti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 156

Il presente lavoro vuole illustrare il cambiamento nel rapporto tra cittadino e Pubblica Amministrazione a seguito del processo di sviluppo dell’E-government.
Dopo aver descritto i principali cambiamenti in atto nella Pubblica Amministrazione ed aver analizzato alcune criticità riscontrate in interventi di carattere normativo e nell’uso delle nuove tecnologie, entrambi tendenti all’autoreferenzialità, si è proceduti alla descrizione del rapporto tra cittadino e P.A. Alla base di questo rapporto vi è la necessità di rispondere in modo appropriato ai problemi e alle esigenze espressi dai primi, con particolare riguardo alle asimmetrie informative ed alla conseguente necessità di modificare gli strumenti di comunicazione delle amministrazioni pubbliche.
In questo quadro non è l’amministrazione che produce servizi per soddisfare ed eventualmente catturare l’attenzione di un potenziale cliente, ma è il cliente ad essere l’elemento fondante dell’amministrazione stessa, cioè colui che conferisce legittimità all’ente pubblico, prevede le sue finalità e stabilisce gli attributi del servizio.
Per riuscire a soddisfare i bisogni dei cittadini e per dare qualità al servizio svolto le amministrazioni pubbliche hanno iniziato a usare, anche grazie a norme ben studiate, strumenti come la “carta dei servizi” o anche strategie per modellare i servizi sui bisogni dei cittadini come la “Customer Satisfaction”.
Nel secondo capitolo si è voluto approfondire il concetto di E-government.
L’E-government, l’amministrazione elettronica, è una grande sfida che impegna la pubblica amministrazione in Italia, in Europa e nel mondo.
Obbiettivo dell’E-government, che si basa sull’impiego delle nuove tecnologie ICT , è di rendere la pubblica amministrazione più efficiente e snella nelle procedure, più attenta alla qualità e alla velocità dei servizi, più trasparente nel dialogo con i cittadini e gli altri portatori di interesse che operano sul territorio amministrato.
Un modello assolutamente nuovo di Pubblica Amministrazione che assorbe la rivoluzione digitale per diventare motore di democrazia, innovazione e competitività.
L’Europa si è mossa in tale ottica varando due piani: e-Europe 2002 e e-Europe 2005. Il primo allo scopo di dare un forte incentivo alla diffusione ed all’utilizzazione delle tecnologie Internet, di portare a maggiori investimenti nelle risorse umane e nelle competenze e di avere collegamenti Internet meno costosi; il secondo mira a completare quanto già avviato in tema di E-government ed a estendere a tutti i cittadini ed a tutte le imprese i benefici della rete Internet, imperativo sociale e condizione per la crescita economica .
Nel terzo capitolo è stato analizzato l’E-government nelle Regioni e in particolar modo nella Regione Lazio. È qui che con più evidenza si realizzano i processi di innovazione ma anche dove si percepiscono meglio gli ostacoli allo sviluppo e all'attuazione dei programmi di E-gov regionali, primo fra tutti il diverso livello di informatizzazione dei cittadini.
Nel quarto capitolo si è proceduto all’analisi di una delle esperienze di applicazione dell’E-gov nella Regione Lazio, evidenziando gli effetti prodotti dalla concreta attuazione dei concetti espressi nei capitoli precedenti su un caso ben definito.
Il Progetto e-Mountain Lazio, data l’ampia estensione territoriale di applicazione e il cospicuo finanziamento ricevuto, è uno dei più interessanti della Regione Lazio.
L’idea guida di e-Mountain, “Avvicinare i servizi della PA ai cittadini ed alle imprese; far avvicinare i cittadini e le imprese ai servizi della PA.”, scaturisce direttamente dalla volontà di approntare attraverso questo progetto un modello di risposta ai problemi della Montagna.
Le Conclusioni descrivono una prospettiva che, terminato il processo di sviluppo di E-government che porterà un miglioramento della competitività del sistema economico e sociale, della produttività nelle attività tipiche poste in essere dai tre soggetti interagenti (Pubblica Amministrazione, imprese, cittadini), dell’efficienza ed efficacia, si avvierà un nuovo processo definito e-Democracy. Al centro di tale formula è il cittadino, che da fruitore e utilizzatore in veste collettiva di pubblici servizi diviene potenzialmente partecipe in prima persona della gestione della "cosa pubblica".

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
8 INTRODUZIONE Il presente lavoro vuole illustrare il rapporto che si è venuto a creare tra cittadino e Pubblica Amministrazione sottolineando il cambiamento che si è avuto attraverso il processo di sviluppo dell’E-government. Dopo aver descritto i principali cambiamenti in atto nella Pubblica Amministrazione ed aver analizzato alcune criticità riscontrate in interventi di carattere normativo e nell’uso delle nuove tecnologie, entrambi tendenti all’autoreferenzialità, si procederà alla descrizione del rapporto tra cittadino e P.A. Alla base di questo rapporto vi è la necessità di rispondere in modo appropriato ai problemi e alle esigenze espressi dai primi, con particolare riguardo alle asimmetrie informative ed alla conseguente necessità di modificare gli strumenti di comunicazione delle amministrazioni pubbliche. In questo quadro non è l’amministrazione che produce servizi per soddisfare ed eventualmente catturare l’attenzione di un potenziale cliente, ma è il cliente ad essere l’elemento fondante dell’amministrazione stessa, cioè colui che conferisce legittimità all’ente pubblico, prevede le sue finalità e stabilisce gli attributi del servizio. In un'ottica di orientamento al cliente da parte delle amministrazioni pubbliche, si avverte quindi l'esigenza di operare un «riavvicinamento» tra gli enti ed i cittadini che consenta una migliore definizione delle necessità di questi e perciò delle caratteristiche del servizio offerto. Per riuscire a soddisfare i bisogni dei cittadini e per dare qualità al servizio svolto le amministrazioni pubbliche hanno iniziato a usare, anche grazie a norme ben studiate, strumenti come la “carta dei servizi” o anche strategie per modellare i servizi sui bisogni dei cittadini come la “Customer Satisfaction”. Tutto ciò è stato possibile anche grazie all’evoluzione che ha avuto la Comunicazione pubblica; si è passati dalla semplice informazione alla più impegnativa Comunicazione. Una evoluzione che ha permesso un riavvicinamento al cittadino, che diventa il centro e non il fine di ogni procedimento amministrativo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi