Skip to content

I nuovi ambiti della giurisdizione esclusiva e la ''materia'' dei servizi pubblici

Informazioni tesi

  Autore: Gabriele Garzia
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Lecce
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Ernesto Sticchi Damiani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 320

Cpitolo I – Evoluzione normativa della nozione di servizio pubblico.

Capitolo II – Le controversie sui servizi pubblici espressamente riservate al giudice amministrativo: l’interpretatio abrogans ad opera della sentenza 204/2004
La lett. a), in tema di istituzione, modificazione ed estinzione di soggetti gestori di pubblici servizi è stata dichiarata incostituzionale perché in facto la devoluzione alla g.e. si aveva quand’anche si verteva di problematiche relative alla gestione e organizzazione societaria.
La lett. b) ed e) , in tema rispettivamente di controversie tra amministrazioni indipendenti e gestori e di questioni attinenti al servizio sanitario nazionale e pubblica istruzione, “con esclusione dei rapporti individuali di utenza con soggetti privati, delle controversie meramente risarcitorie che riguardano il danno alla persona o a cose e delle controversie in materia di invalidità” sono state tacciate di incostituzionalità per lo stesso motivo, ovvero, la p.a., in tali casi, la p.a. non agisce NORMALMENTE esercitando un potere autoritativo.
E’ parso questo motivo sufficiente per dichiarare non completamente ossequiosa del dettato costituzionale detta pronunzia, discorrendo, l’art. 103 di g.e. per particolari materie, ovvero eccezionali casi in cui vi fosse la presenza non ex abrupto distinguibile tra diritti ed interessi: dunque è palese che in tali controversie la p.a. non dovesse agire NORMALMENTE come autorità, altrimenti il diritto soggettivo non esisterebbe (la tesi che lo scrivente sposa è quella di SCOCA ).
La lett. c), invece, in tema di vigilanza e controllo, che pareva palesemente salvata dall’intervento cassatorio operato dalla Consulta, la si ritrova addirittura ampliata nella devoluzione al g. esclusivo in quanto, mancando il diaframma della lett. e) sui rapporti ind. D’utenza resi al g. o., vede il giudice amministrativo conoscere anche di controversie meramente risarcitorie ( si pensi al caso dell’omessa vigilanza della Consob del 2003 e alla sua eventuale riproposizione dopo la 204), venendo ad essere meno tutelato, paradossalmente, proprio il diritto soggettivo rispetto all’interesse.
La lett. d), infine, in tema di affidamento ed esecuzione, rappresenta l’emblema del novus operato dalla Consulta, distinguendo autorità (fase della scelta del contraente privato ad evidenza pubblica e contestuale polemica sull’affidamento in house) da agire non autoritativo (risoluzione contrattuale, per es.). In tal caso la tutela del g. amm. è più piena perché a seguito dell’art. 244 del Codice de Lise il giudice amministrativo conosce anche in tema di risarcimento del danno.
Quello che emerge tuttavia è una meteria, quella dei servizi pubblici, poco coordinata e retta da pronunzie spesso confutate ( cfr. tar campania n. 19740/04 e cons stato 2461/2005, per es.) ed opinabili, che non garantiscono al privato piena tutela.
La giurisdizione esclusiva, nel nuovo sistema, giunge ad essere un oggetto poco chiaro, che da necessità (prima del decreto del 1998) ed abuso (205/00) è ad oggi soggetta a teorie che ne giustifichino l’esistenza.

Capitolo III – L’evoluzione normativa e giurisprudenziale dal 1998 al 2004

Capitolo IV – Il risarcimento del danno

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO I IL RIPARTO DI GIURISDIZIONE 1. Cenni storici Per procedere ad una compiuta disamina storica dei punti salienti intorno ai quali si intreccia l’evoluzione della giurisdizione amministrativa esclusiva non si può prescindere da una opportuna contestualizzazione storico - normativa antecedente alla legislazione del 1923-24, che ha costituito il primo spartiacque temporale fino all’ attuale sistema giuridico. Gli influssi transalpini dovuti alla rivoluzione francese non si fecero infatti attendere nell’incerto e approssimativo panorama giuridico preunitario, tant’è che istituzioni quali il Consiglio di Stato sorsero e si affermarono sulla scorta di tali premesse. 15

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

amministrazioni indipendenti e gestori
art. 103 cost
controllo
giurisdizione esclusiva
giurisdizione servizi pubblici
nozione di servizio pubblico
riparto di giurisdizione
servizio sanitario nazionale
vigilanza

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi