Skip to content

Gli assetti organizzativi per l'innovazione tecnologica

Informazioni tesi

  Autore: Emilio Pirraglia
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi Gabriele D'Annunzio di Chieti e Pescara
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Americo Cicchetti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 68

Questo lavoro riguarda gli assetti organizzativi che favoriscono la creazione di innovazione all'interno dell'azienda, focalizzando l'attenzione sulla corretta organizzazione e gestione delle risorse umane. Dopo un breve excursus sulla situazione innovazionale italiana,il lavoro si sofferma sulle possibili strade innovative che un' azienda può seguire, fino ad arrivare ad un assetto ottimale che le permetta di sfruttare opportunità esterne e interne. L'ultimo capitolo è dedicato ad un caso aziendale, che rafforza a livello pratico le affermazioni fatte a livello teorico.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Gli assetti organizzativi per l’ innovazione tecnologica 3 Introduzione L’ ambiente competitivo contemporaneo è senza dubbio il più feroce di tutti i tempi. Appena pochi anni fa un’ azienda doveva preoccuparsi dei concorrenti limitrofi e di un parco clienti piuttosto limitato e prevedibile. Oggi qualsiasi azienda, da quelle microscopiche a quelle che hanno un fatturato che supera il PIL di qualche nazione, devono affrontare concorrenti provenienti da ogni parte del mondo e un numero potenziale di clienti inimmaginabile. Cosa un’ azienda deve fare per sopravvivere in un ambiente del genere? La risposta chiaramente non è univoca e neanche di semplice individuazione. Il mio lavoro si basa sull’ assunto però che qualsiasi impresa che voglia sopravvivere a lungo e prosperare, deve rivolgere la sua attenzione verso l’ innovazione continua a tutti i livelli. Sicuramente le innovazioni tecnologiche svolgono un ruolo precipuo nel conservare vitale un’ azienda. Quante volte si sente dire che un’ impresa è fallita perché non è riuscita, o non si e preoccupata di rinnovarsi? Dunque il primo ordine di problemi riguarda l’ innovazione dinamica. Il secondo ordine di problemi invece scaturisce dalla domanda: come si produce innovazione? La mia tesi è che l’ innovazione trova le sue radici nella struttura organizzativa. Partendo da questo presupposto si può affermare che se l’ impresa è dotata di una struttura adeguata possa innovare più facilmente e meglio dei suoi competitors, avere successo e sopravvivere. In questo lavoro si affrontano le problematiche derivanti dalla struttura organizzativa, soprattutto guardando agli aspetti della sua progettazione. Si cerca di individuare quegli aspetti che rendono possibile la creazione di innovazione, nonché la sua gestione. La domanda che mi sono posto è stata: che cosa, nell’ organizzazione di un’ impresa rende possibile lo scaturire di nuove idee che si trasformano in applicazioni concrete e utili? Ho tentato di dare una mia risposta a questa domanda e rispondere ad un’ altra: cosa un’ azienda deve tenere maggiormente in considerazione in caso di una riprogettazione per rispondere ai cambiamenti? Come si accorgerà il lettore gran parte del lavoro ruota sulla fondamentale importanza delle risorse umane e quindi nella particolare attenzione che si deve rivolgere a quest’ area. Altra enfasi si pone sull’ importanza di un buon vertice aziendale, che sia in grado di spronare l’ intera impresa, per quanto vaste siano le dimensioni. Il primo capitolo è dedicato all’ innovazione intesa come motore per un’

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

assetti organizzativi
b&p s.r.l.
casi aziendali
change management
fasi dmaic
gestione dell'innovazione
gli assetti organizzativi per l'innovazione
innovazione tecnologica
la competitività europea
la competitività italiana
matriciale
organizzazione aziendale
risorse e competenze
risorse umane
six sigma
struttura divisionale
struttura funzionale
strutture organizzative
sviluppo di innovazione
vantaggio competitivo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi