Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Certificazione del Sistema di Gestione per la Qualità: l'implementazione in Ferroli S.p.A.

Il concetto di qualità ha subito nel corso del tempo diverse rivisitazioni, ma è indubbio che la qualità, variamente intesa come rispondenza ad alcuni parametri di conformità, idoneità all’uso o soddisfazione dell’utilizzatore, abbia sempre rappresentato una variabile di rilievo nell’evoluzione del rapporto che l’uomo instaura con le risorse disponibili nell’ambiente.
L’evoluzione nell’approccio ha attraversato una serie continua di innovazioni ed affinamenti, sostanzialmente riconducibili ad un crescente grado di pervasività nelle funzioni e nei processi d’impresa, e di conseguenza nell’ambito delle discipline manageriali. L’affermazione dell’impresa industriale, l’aumento di relazioni tra soggetti coinvolti nella realizzazione di un determinato output, l’introduzione di macchine e di sistemi informativi sempre più complessi, hanno gradualmente riallineato la variabile qualità dal soggetto-lavoratore al sistema-impresa, fino al complesso sistema di relazioni al suo esterno.
Il Sistema di Gestione per la Qualità, perciò, non può venire applicato per via gerarchica, bensì per linee orizzontali dove si presuppone la moltiplicazione ed il miglioramento della comunicazione organizzativa che può realizzarsi attraverso relazioni interpersonali e condivisione di contesti, di esperienze e di linguaggi. La qualità intesa, dunque, sempre più come strumento per migliorare le relazioni all’interno della struttura organizzativa, e all’esterno con fornitori e clienti, si sta progressivamente trasformando in una leva strategica da utilizzare per incrementare il proprio vantaggio competitivo. D’altra parte lo scenario economico attuale è caratterizzato da una competizione crescente che coinvolge tutti gli aspetti dell’impresa: le strategie, i rapporti con i clienti ed i fornitori, il cambiamento ed il ripensamento dei processi, le attività di Benchmarking tese a conoscere i concorrenti, il ruolo delle persone nell’impresa e l’utilizzo del loro potenziale ancora in grandissima parte sottoutilizzato. I bisogni indicati da questo scenario mondiale richiedono da parte delle aziende la creazione di un valore percepibile dai clienti a testimonianza della qualità del loro agire; è quindi la qualità la risposta forte ai bisogni del mercato nell’era della globalizzazione.
Alla tradizionale domanda di qualità economica, finalizzata al soddisfacimento delle esigenze ed aspettative del cliente nel quadro di uno specifico rapporto contrattuale, si va affiancando, con forza crescente, una domanda di nuove e più ampie forme di qualità intese alla soddisfazione di una più ampia gamma di bisogni espressi da un più vasto contesto di parti interessate, facendo sì che il sistema di valutazione della conformità sia chiamato, non più e soltanto come per il passato, a costituire uno strumento di regolazione degli scambi economici, ma anche e soprattutto a contribuire al miglioramento della qualità della vita, nel senso più completo e pregnante del termine.
Nel moderno contesto socio-economico, i processi produttivi e di servizio devono essere, infatti, gestiti in modo tale da assicurare, non solo la conformità dei relativi risultati agli specifici requisiti funzionali e prestazionali applicabili, ma anche la protezione dell’ambiente, la tutela della salute e sicurezza dei lavoratori, la protezione delle informazioni e, più in generale, in modo tale da minimizzare il relativo impatto negativo sulla società, massimizzandone, al contempo, l’impatto positivo, vale a dire in modo socialmente responsabile.

Mostra/Nascondi contenuto.
V INTRODUZIONE Il concetto di qualità ha subito nel corso del tempo diverse rivisitazioni, ma è indubbio che la qualità, variamente intesa come rispondenza ad alcuni parametri di conformità, idoneità all’uso o soddisfazione dell’utilizzatore, abbia sempre rappresentato una variabile di rilievo nell’evoluzione del rapporto che l’uomo instaura con le risorse disponibili nell’ambiente. L’evoluzione nell’approccio ha attraversato una serie continua di innovazioni ed affinamenti, sostanzialmente riconducibili ad un crescente grado di pervasività nelle funzioni e nei processi d’impresa, e di conseguenza nell’ambito delle discipline manageriali. L’affermazione dell’impresa industriale, l’aumento di relazioni tra soggetti coinvolti nella realizzazione di un determinato output, l’introduzione di macchine e di sistemi informativi sempre più complessi, hanno gradualmente riallineato la variabile qualità dal soggetto-lavoratore al sistema-impresa, fino al complesso sistema di relazioni al suo esterno. Il Sistema di Gestione per la Qualità, perciò, non può venire applicato per via gerarchica, bensì per linee orizzontali dove si presuppone la moltiplicazione ed il miglioramento della comunicazione organizzativa che può realizzarsi attraverso relazioni interpersonali e condivisione di contesti, di esperienze e di linguaggi. La qualità intesa, dunque, sempre più come strumento per migliorare le relazioni all’interno della struttura organizzativa, e all’esterno con fornitori e clienti, si sta progressivamente trasformando in una leva strategica da utilizzare per incrementare il proprio vantaggio competitivo. D’altra parte lo scenario economico attuale è caratterizzato da una competizione crescente che coinvolge tutti gli aspetti dell’impresa: le strategie, i rapporti con i clienti ed i fornitori, il cambiamento ed il ripensamento dei processi, le attività di Benchmarking tese a conoscere i concorrenti, il ruolo delle persone nell’impresa e l’utilizzo del loro potenziale ancora in grandissima parte sottoutilizzato. I bisogni indicati da questo scenario mondiale richiedono da parte delle aziende la creazione di un valore percepibile dai clienti a testimonianza della qualità del loro agire; è quindi la qualità la risposta forte ai bisogni del mercato nell’era della globalizzazione. Alla tradizionale domanda di qualità economica, finalizzata al soddisfacimento delle esigenze ed aspettative del cliente nel quadro di uno specifico rapporto

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Francesco Zantedeschi Contatta »

Composta da 137 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2886 click dal 07/02/2007.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.