Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il rispetto del diritto internazionale da parte del legislatore

La tesi analizza il modo di intendere il "diritto internazionale generalmente riconosciuto" sia dal legislatore che dalla dottrina

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione L’art 10 1° co cost introduce per la prima volta in Italia in una carta costituzionale un meccanismo di adattamento automatico dell’ordinamento interno agli obblighi internazionali dello stato 1 :tale dispositivo nazionalizza le norme del diritto internazionale generalmente riconosciute,tributandogli l’idoneità a produrre norme interne di adattamento 2 . Esso opera come un “trasformatore permanente” in virtù del quale il diritto dello stato è messo in condizione di tener dietro all’incessante ricambio normativo che avviene nell’ordinamento internazionale e di appropriarsi delle regole che in questo vengono ad esistenza. La sua formulazione “L’ordinamento giuridico italiano si conforma alle norme del diritto internazionale generalmente riconosciute” ha creato non pochi dibattiti dottrinali e problemi di interpretazione. Già in seno alla prima Sottocommissione della Commissione per studi attinenti alla riorganizzazione dello stato,nominata dal Ministro per la costituente,i relatori Ago e Morelli proposero di adottare il criterio dell’adattamento automatico per l’adeguamento sia alle norme internazionali generali consuetudinarie che convenzionali:ciò per evitare che gli organi legislativi o esecutivi,con la loro successiva attività,potessero violare obblighi internazionali o far venir meno l’adattamento automatico al diritto internazionale. La Sottocommissione approvò tale proposta ma la Commissione dei 75,nell’ambito della quale si svolse la seconda fase del dibattito sull’articolo in esame,limitò l’adattamento automatico al solo diritto internazionale generale con l’esclusione del diritto pattizio . Il deputato Dossetti sostenne l’apertura dello stato al riconoscimento di “alcuni principi supremi,delle basi essenziali della comunità internazionale” che costituiscono il diritto internazionale generale. 1 A.CASSESE, Principi fondamentali in Commentario della costituzione a cura di G.Branca, pgg485 ss 2 A.D’ATENA,”Adattamento del diritto interno al diritto internazionale” in Enc. Giur. I Roma 1988

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Ivana Italiano Contatta »

Composta da 36 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1246 click dal 07/02/2007.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.