Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I diritti delle donne islamiche

Una delle accuse più frequenti nei confronti dell’ Islam è quella che riguarda la condizione femminile. Il giudizio dell’ Occidente è che un atteggiamento particolarmente repressivo nei confronti della donna, che sarebbe intrinsecamente connesso all’ Islam, la releghi in una posizione di assoluta subordinazione rispetto all’ uomo, privandola dei più elementari diritti umani. In questa tesi vengono trattati molti aspetti della donna musulmana dal matrimonio alle mutilazioni genitali femminili, dal velo al delitto d' onore.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE. Questo mondo arabo che da sempre affascina con i suoi enigmi, le notti stellate, i deserti inospitali, si è formato con o senza le donne? E qual’è il ruolo che oggi a loro compete nelle società islamiche? Certamente la storia del mondo arabo ricorda donne che, con pari dignità degli uomini, si sono dedicate alle arti, agli studi, ma è soprattutto in questi ultimi decenni che il ruolo della donna, anche nelle società arabo- islamiche, è mutato. Una delle accuse più frequenti nei confronti dell’ Islam è quella che riguarda la condizione femminile. Il giudizio dell’ Occidente è che un atteggiamento particolarmente repressivo nei confronti della donna, che sarebbe intrinsecamente connesso all’ Islam, la releghi in una posizione di assoluta subordinazione rispetto all’ uomo, privandola dei più elementari diritti umani. Due sono i pregiudizi più diffusi a questo proposito. Il primo che la donna nell’ Islam sia considerata un essere inferiore. Il secondo è che tale “inferiorità” sia sancita dalla fonte principale dell’ Islam, il Corano. Comprendere una realtà simile eppure tanto diversa dalla nostra, accostarsi senza pregiudizi al mondo delle donne musulmane, significa accettare la diversità e accettare il fatto che il giudizio dell’ Occidente è esso stesso influenzato da valori tanto discutibili quanto estranei all’ Islam. Occorre sottolineare che il mondo musulmano è estremamente variegato al proprio interno e la condizione della donna musulmana, oltre a variare da paese a paese, varia all’ interno di ciascun paese a seconda della classe sociale e del luogo di residenza, con differenze fondamentali tra zone rurali e zone urbane. L’ Islam contemporaneo inoltre, è caratterizzato da diverse correnti di

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Samanta Caputo Contatta »

Composta da 248 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 22548 click dal 07/02/2007.

 

Consultata integralmente 79 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.