Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Casa Famiglia per minori abbandonati: realtà e prospettive

L'istituto dell'affidamento temporaneo dei minori disciplinato dalla legge n. 184 del 4 maggio 1983 (e successivamente modificato con la legge n. 149 del 28 marzo 2001) riconosce il “Diritto del minore ad una famiglia” ha come obiettivo principale il mettere in atto di azioni volte a mantenere ed eventualmente aiutare a ricomporre, i rapporti del bambino con i suoi genitori biologici, attraverso strumenti alternativi al ricovero in istituto.
Questo lavoro, prodotto negli anni 90', mette in risalto una serie di opportunità e strategie intramontabili nell'universo della famiglia e dell'affido.
Tengo a far presente che, per motivi legati alla privacy, in questo lavoro sono stati omessi riferimenti specifici a nomi o a luoghi che permettano il riconoscimento di persone o situazioni particolari.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 Presentazione Questo lavoro è volto ad affermare la validità della “CASA FAMIGLIA” mostrandola come alternativa all’isituzionalizzazione. Penso che questo argomento rimarrà sempre attuale poiché è basato su principi che non tramontano mai, quali quelli della “ Famiglia che è il gruppo primario per eccellenza.” Tengo a far presente che, per motivi legati alla privacy , in questo lavoro non ho fatto riferimenti specifici a nomi o a luoghi che permettano il riconoscimento di persone o situazioni particolari. In fin dei conti sono i fatti che contano , le storie di vita vera che si incontrano e si intersecano in un mistero che ci supera, mostrandoci la responsabilità della donazione e il significato dell’esistenza. La Casa Famiglia non vuole avere la presunzione di mostrarsi come figura sostitutiva alla famiglia , ma si propone di rispon- dere a quel grido di aiuto e alla richiesta di accoglienza di tut- ti quei bambini, che non hanno una vera famiglia per motivi di povertà,di vizi dei coniugi, (droga,furto,prostituzione), etc.; prima che qualche malintenzionato possa abusare di loro e sfruttandoli li avvii verso una sorte simile se non peggiore di quella dei genitori.

Diploma di Laurea

Facoltà: Dir. Gen.le Istr. Universitaria - Vigilanza Università del Molise

Autore: Ersilia Di Bartolomeo Contatta »

Composta da 181 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 14922 click dal 13/02/2007.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.