Skip to content

Le nuove strategie formative nella pubblica amministrazione

Informazioni tesi

  Autore: Incoronata Pietrafesa
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze dell'amministrazione
  Relatore: Silvia Gilardi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 69

Oggetto della tesi è il nuovo modello di pianificazione e gestione della formazione sviluppato dall’Agenzia delle Entrate in Lombardia.
Dopo una premessa teorica che, partendo dall’illustrazione di alcune concezioni e teorie sulla formazione nelle organizzazioni, si giunge alla descrizione del sistema formativo del Ministero delle finanze prima (ante 2001) e dell’Agenzia delle Entrate poi (dal 2001), evidenziandone già i tratti distintivi ed innovativi.
Il tema centrale della tesi è costituito dal “caso” della Direzione Regionale delle Entrate della Lombardia e del suo innovativo sistema formativo (vincitore nel 2006 del primo premio assoluto nella sezione sistemi formativi del premio “Filippo Basile” dell’AIF – Associazione Italiana Formatori).
Il “cuore” di tale sistema è costituito dalla forte sinergia costituita tra tutti i dirigenti dell’Agenzia delle Entrate della Lombardia (in quanto gestori e “sviluppatori” di risorse) e l’Ufficio Formazione regionale (responsabile del governo della formazione nella regione). La sinergia è stata ottenuta attraverso la costruzione di un percorso che ha individuato la mappa dei saperi necessari in relazione ai processi lavorativi ed alla mission dell’Agenzia, sulla base del quale è stato predisposto un catalogo formativo aggiornato e coerente con l’attività lavorativa dei dipendenti situati in ogni livello dell’organizzazione. Ciò ha permesso, in seguito, ai dirigenti di trovare nel catalogo sempre il corso adatto per colmare i gap rilevati, perché nel catalogo sono sempre rintracciabili percorsi formativi relativi a tutti i processi lavorativi dell’Agenzia.
L’ultima parte della tesi riguarda la descrizione della metodologia formativa riconducibile alle comunità di pratica. Vengono descritte della loro natura e funzione, vengono esaminati punti di forza ed aree di miglioramento, specie in relazione al loro rapporto, non sempre facile, con le organizzazioni a cui fanno capo o riferimento e infine viene prospettata l’utilità e l’applicabilità delle comunità di pratica in Agenzia delle Entrate, grazie alle specifiche caratteristiche delle une e dell’altra.
La conclusione invita a riflettere sulla inevitabile evoluzione del ruolo della formazione all’interno della pubblica amministrazione, dove dovrà assumere sempre più la funzione di governo dei processi di apprendimento, puntando l’attenzione sui saperi condivisi e diffusi all’interno del proprio capitale umano e, quindi, sulla centralità della persona e del suo apprendimento.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE La mia tesi affronta il tema della formazione all’interno della Pubblica Amministrazione ed in particolare all’interno dell’Agenzia delle Entrate della Lombardia. Questo interesse nasce innanzi tutto dalla mia passione per la formazione già dai tempi dell’adolescenza, quando ho frequentato un corso di studi d tipo pedagogico iniziando subito a lavorare nella scuola. Il caso ha poi voluto che vincessi un concorso presso l’allora Ministero delle finanze ed oggi Agenzia delle Entrate, dove inizialmente mi sono occupata di altro fino al 2002, quando sono stata assegnata all’Ufficio Formazione, comunicazione e sviluppo. Ho finalmente cominciato ad occuparmi di ciò che realmente mi piaceva, cioè pianificazione ed organizzazione dei corsi, ma anche docenza e soprattutto è riemersa in me una grande voglia di crescita e di miglioramento. Perché questa tesi? Sicuramente perché una delle sfide più rilevanti poste oggi alla formazione, e quindi anche alla formazione all’interno della pubblica amministrazione, è quella di dimostrare la capacità di stare al passo con la rapidità con la quale l’informazione circola e diviene obsoleta. Il modello della formazione tradizionale e scolastica, in base alla quale si apprende un mestiere che poi si esercita per tutta la vita, è stato sostituito della formazione continua. L’aggiornamento immediato ed affidabile delle conoscenze è, quindi, una questione vitale, così come lo è la capacità di far fronte con estrema flessibilità alle esigenze di un’amministrazione pubblica che cambia. L’obiettivo di questo lavoro è quello di comprendere come la leva formativa sia utilizzata nell’ambito delle strategie di gestione delle risorse umane nella Pubblica Amministrazione, con particolare riferimento alla Agenzia delle Entrate, e di analizzare le logiche con cui negli ultimi anni vengono realizzate le attività formative.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analisi
approcci
comunità
concezioni
entrate
fabbisogni
formazione
pratica
processo formativo
rilevazione
teorie

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi