Skip to content

Ict: Misure e definizioni statistiche

Informazioni tesi

  Autore: Rosario Saviano
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2004-05
  Università: Istituto Universitario Navale di Napoli
  Facoltà: Economia
  Relatore: Claudio Quintano
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 140

La scelta di indirizzare questo lavoro all'analisi di alcuni aspetti della New Economy, oltre che dalla loro attualità e dalla predilezione personale per temi inerenti la comunicazione, è stata motivata dall’importanza del ruolo che tali argomenti rivestono nel mercato.
La New Economy rappresenta il più rivoluzionario modo di fare informazione mai sperimentato dall'uomo fino ad oggi.
L'uso dei più recenti metodi informatici consente l'accelerazione della creazione del valore economico attraverso la produzione e l'uso dell'informazione, ossia attraverso la differenza tra il valore d'uso dell'informazione prodotta ed il suo costo. Viviamo un mondo information-intensive, e quindi la capacità di generare e diffondere la conoscenza "fa differenza". Le nuove modalità di competizione nei mercati dell'ipercompetizione globale presuppongono che l'impresa sia in grado di governare i processi di mercato.
La diffusione della e-economy sta determinando cambiamenti radicali nel modo di fare impresa. Le aziende, al fine di trarre vantaggio dai bassi costi di trasmissione ed elaborazione delle informazioni, sono spinte a riorganizzare le strutture e i processi produttivi, introducendo nuove forme di approvvigionamento e nuovi sistemi di vendita. L'investimento in information technology non è da solo sufficiente a produrre consistenti aumenti di produttività. Esso deve accompagnarsi anche a modifiche sostanziali nella strategia delle aziende, nella struttura produttiva, nell'organizzazione del lavoro e negli skill dei lavoratori. In generale, il miglioramento di efficienza si realizza attraverso due canali: l'e-commerce tra imprese (B2B) e l'e-commerce tra imprese e consumatori (B2C). Nonostante i velocissimi ritmi di espansione, la e-economy riveste ancora un peso relativamente piccolo nelle maggiori economie. Essa è inoltre diffusa assai diversamente nell'area industriale, con gli Stati Uniti in chiara posizione di leadership. Lo sviluppo della e-economy dipende in modo particolare dalla diffusione di PC e di internet sia nelle imprese che nelle famiglie.
La tesi è articolata in tre capitoli.
Nel primo capitolo è stato analizzato lo scenario della Internet economy, sia in termini quantitativi che qualitativi. In quanto lo sviluppo di Internet e, più in generale, dell'ICT condizionano l'intero insieme di variabili analitiche e decisionali con il quale l'impresa si pone in relazione con il mercato. In particolar modo lo sviluppo dell'ICT ha portato alla nascita di una nuova dimensione virtuale di mercato, che va ad affiancarsi al mercato reale.
A tal fine si è ritenuto utile richiamare a completamento di questo capitolo la ricerca (NET IMPACT: L'impatto della rete sul sistema produttivo italiano) realizzata dall'Università Bocconi di Milano, in collaborazione con CISCO, in cui l’oggetto dello studio è stato l’impatto economico delle Internet Business Solution (IBS), ovvero di tutte quelle piattaforme e soluzioni applicative, basate sulla rete Internet, che permettono di migliorare i processi organizzativi nella gestione delle relazioni con fornitori, clienti e dipendenti.
L’impatto di cui si parla , è in questo rapporto esaminato secondo due aspetti principali: 1) la dimensione economica delle IBS e 2) i risultati di produttivitàeffettivamente conseguiti.
Nel secondo capitolo si è partiti da una selezione delle definizioni di e-commerce. In quanto, essendo il commercio elettronico un fenomeno multiforme e in rapidissima evoluzione; tali definizioni hanno generato dibattiti e controversie. A tal fine un interessante studio " Progetto di definizione del e-commerce" è stato condotto dalla CGI Information System and Management Consultans Inc. Il motivo di questo studio è stata di fornire un'informazione retrostante a questo lavoro riguardo lo sviluppo delle definizioni del commercio elettronico in Canada e nei Paesi OECD.
Attraverso lo studio sopra detto si è stabilito una chiara distinzione tra e-commerce ed e-business; e nel fare questo è stato raggiunto il consenso tra i vari addetti a lavori. Il presente capitolo vuole dare, inoltre, un contributo a quelle che sono le stime e lo sviluppo della Internet economy.
Nel terzo capitolo ci si è focalizzati su una delle possibili forme di e-commerce il B2B, riferendoci in particolar modo ai modelli di intermediazione B2B “molti a molti”, o eMarketplace. In quanto il B2B è un mondo estremamente complesso, ben più complesso di come in un primo momento anche gli addetti ai lavori hanno cercato di modellizzare.
Quindi, con l'obiettivo di cogliere meglio la realtà e le sue principali linee evolutive, è stato utile riferirci alla ricerca sistematica sugli eMarketplace realizzata dall'Osservatorio dell'Associazione Impresa Politecnico.In quanto il dibattito a livello nazionale è rimasto spesso a livello eccessivamente teorico oppure si è basato esclusivamente sulla lettura generalizzata dell’esperienza fatta da alcune specifiche realtà.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione La scelta di indirizzare questo lavoro all'analisi di alcuni aspetti della New Economy, oltre che dalla loro attualità e dalla predilezione personale per temi inerenti la comunicazione, è stata motivata dall’importanza del ruolo che tali argomenti rivestono nel mercato. La New Economy rappresenta il più rivoluzionario modo di fare informazione mai sperimentato dall'uomo fino ad oggi. L'uso dei più recenti metodi informatici consente l'accelerazione della creazione del valore economico attraverso la produzione e l'uso dell'informazione, ossia attraverso la differenza tra il valore d'uso dell'informazione prodotta ed il suo costo. Viviamo un mondo information-intensive, e quindi la capacità di generare e diffondere la conoscenza "fa differenza". Le nuove modalità di competizione nei mercati dell'ipercompetizione globale presuppongono che l'impresa sia in grado di governare i processi di mercato. La diffusione della e-economy sta determinando cambiamenti radicali nel modo di fare impresa. Le aziende, al fine di trarre vantaggio dai bassi costi di trasmissione ed elaborazione delle informazioni, sono spinte a riorganizzare le strutture e i processi produttivi, introducendo nuove forme di approvvigionamento e nuovi sistemi di vendita. L'investimento in information technology (IT) non è da solo sufficiente a produrre consistenti aumenti di produttività. Esso deve accompagnarsi anche a modifiche sostanziali nella strategia delle aziende, nella struttura produttiva, nell'organizzazione del lavoro e negli skill dei lavoratori. In

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analisi statistica economica territoriale
b2b, b2c
emarketplace
information-intensive
internet business solution
internet economy
net impact

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi