Skip to content

Il Giubileo fra Passato e Presente

Informazioni tesi

  Autore: Michele Terzano
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi del Molise
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia del Turismo
  Relatore: Ilaria Zilli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 172

La tesi di laurea “IL GIUBILEO FRA PASSATO E PRESENTE” analizza l’evento sotto il profilo socio-culturale ma soprattutto sotto quello economico-turistico. L’organizzazione di un Giubileo infatti, oltre a coinvolgere gli aspetti più squisitamente religiosi, ha delle rilevanti implicazioni economiche.
La riflessione parte dall’esperienza dei pellegrinaggi nei secoli. Un fenomeno quello del pellegrinaggio che consiste nel raggiungere, per mezzo di un viaggio che può essere intrapreso singolarmente o in gruppo, un luogo sacro. La premessa di tutto è infatti quella che certi luoghi siano solenni e sacri per la presenza di tombe di santi, santuari, o eventi miracolosi.
L’elemento vitale del pellegrinaggio è il pellegrino, che rappresenta il simbolo del viaggio di fede, il legame con terre e paesi sconosciuti e la possibilità di contatto con altri costumi e altri popoli.
Il pellegrino con il suo viaggio ha lasciato, non a caso, tracce profonde nella lingua, nel costume, nelle arti figurative, nell’architettura e nella produzione musicale di tutte le regioni d’Europa, e il suo peregrinare ha determinato l’emergere, consapevole o inconsapevole, di nuove ideologie politiche e religiose e finanche tecnologiche.
I pellegrinaggi in direzione dei grandi centri della cristianità rappresentarono e rappresentano, innanzitutto, uno dei momenti più alti della civilizzazione cristiana e soprattutto contribuirono alla formazione di una vitale coscienza europea.
Il pellegrinaggio quindi è strettamente collegato all’evento giubilare in quanto la combinazione tra di loro portò alla creazione e allo sviluppo di un importante sistema organizzativo destinato all’accoglienza (monasteri, ospizi, e numerosi enti assistenziali come le Confraternite che aiutavano i pellegrini durante il loro percorso penitenziale) che, quindi, rappresenta la prima vera testimonianza delle implicazioni non solo spirituali ma squisitamente economiche di questo fenomeno.
Il passaggio dall’ospitalità gratuita a quella a pagamento ovvero il passaggio dagli ospizi alle locande, unitamente al diffondersi di vere e proprie guide destinate al pellegrino, così come il diffondersi di un commercio di souvenirs e gadget di vario genere confermano il rafforzarsi nel tempo degli aspetti “terreni” del viaggio.
Tra i gadget che il pellegrino era solito riportare dal luogo che aveva visitato vi erano tra le più importanti sicuramente la PALMA di Gerico, che i pellegrini portavano indietro da Gerusalemme, e le CONCHIGLIE di Santiago de Compostela che i pellegrini portavano indietro dopo la visita al santuario spagnolo.
Sia le palme che le conchiglie in origine venivano raccolte direttamente sul luogo in cui si trovavano fino a quando alcuni commercianti cominciarono a raccoglierle e a venderle nel mercato che si teneva nei pressi del luogo di culto. Ben presto comunque le palme e le conchiglie furono sostituite da piccoli distintivi di piombo.
Similmente a Santiago e Gerusalemme anche altri grandi santuari mete di pellegrinaggi adottarono distintivi che raffiguravano il santo patrono del santuario, come ad esempio il distintivo della Veronica di Roma.
I pellegrini che avevano viaggiato molto usavano attaccare al grande cappello tanti distintivi, fino a quando la testa gli si piegava sotto il peso del piombo di cui erano fatti, poiché essi oltre ad essere considerati come ricordi del viaggio erano accreditati come oggetti miracolosi per guarire da alcune malattie e servivano anche per essere esentati da tasse o pedaggi e inoltre alcuni tribunali li accettavano come prova che i beni del pellegrino erano liberi da sequestri per debiti.
Tutti questi fattori facevano si che la domanda di distintivi era di molto superiore all’offerta e ciò portò a un commercio molto fiorente a volte gestito direttamente dal vescovo che amministrava il santuario.
In questo modo con il trascorrere dei secoli abbiamo assistito alla netta trasformazione del PELLEGRINAGGIO, ispirato da prevalenti motivazioni di fede e di espiazione in TURISMO RELIGIOSO, ovvero quella forma di turismo dove le motivazioni culturali e ricreative convivono con quelle religiose.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
 *                        "   123456789423:;5 8338!5<2=898= 5 !85=8>550 25::5=83;46; 3 !298<2 =5 ?4364<20 25 8?45 !!5;5 8 53 95!!52 8 8<=88 6252 =5 9565<50 ?45<=5 5mail protected]+567= 3A82<0 8=562832<=5<8;8. 3 5226784< 8338!5<2=298962 5880<438<8 ;8989 58BB5 8 :3208?48332=58=5!884<8;8<2 =5; 2;5B52<8=85>8<58=5<88;8<28 4< 59538!52; 86538=5645 289<2=5; 285 8338!5<505<:5:5<23=28=528928 62<68;;2 2675;;55 3 8;8<2 62<8<89 3 ;42 5<8<2 5 <25 =8!35 88=5 <2<67C 3 ?48;52<8 =833$5<5;B52<8 =85 >8<5 =4<8 3$;;8<B =83 8338!5<2 8 5<:5<8 95 8 5<=562 4< 852=2=58 28<253?43853 8338!5<298<5962<;5=8222 232 ; 8;;2 ;5 8::849<2=8!35 662=508=5<8 ;654 590 62< 32!358 =298 ;5 5<=569 53 852=2 =5 8 2 678 3 =2<< =2989 ; 88 5 =5 5; 2;;5  85<562<8<45<838;8<28<833;654 598<2:55; 88=33758; < 923 62<634;2 53 8;8<2 5 >8<5 =83 8338!5<2 ;;9<2 5< 64;2=5 !35 565D<836;25<64553 8338!5<2<2<9895655>8<5 ;;9<25<64;2=53638267835 64;2=59 84<<<284<!52<20=2 2=56780;8<8;;4<2 35 56758=890 28998<=8358 62<5356926838>88;;85<;4::!52=833$<5=83 8338!5<222+5!. 32 2998=58<22325 2<88?483326785<;;8<B=83 8338!5<238;48 2 58E <2< 289<2 8;;88 2668 <8 48 62< ;8<8<B !54=5B55 <:5 4< >233  3803   !  =83=568>8*&0 263F67832!35885:5!3505>8<5 8=8::85=52!<5 8338!5<22626528<2;223 28B52<8=833<8=88=5 45 5 835=833758;=55;212<3<2;425E 2;23565 8=52;;2348<8 6754<?48=526635 5=8332252<22=8332[email protected]  8338!5<55667538 2=8338626580:689<2348=2<B52<55 2985 5=5 580 867C 95!89 53 5<65 52 8 53 ?438 53 8338!5<!!52 =2989 8;;88 62 542 5<   :G0   !!   " # 0H:2=0)0 *

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

bonifacio viii
bordone e bisaccia
brigantaggio
conchiglia di santiago
gerusalemme
giovanni paolo ii
giubileo
il giubileo nel medioevo
il giubileo nell'età contemporanea
il giubileo nell'età moderna
impatto economico del giubileo
impatto socio-culturale del giubileo
l'abito del pellegrino
l'ospitalità ecclesiale
le confraternite
le locande
origini del giubileo
palmieri e romei
pellegrinaggi
pellegrini
roma
santiago de compostela
turismo religioso
via francigena

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi