Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La carta di credito tra presente e futuro

Il fenomeno del commercio negli ultimi decenni è stato investito da una serie di rilevanti cambiamenti tra cui possiamo sicuramente annoverare le novità riguardanti gli strumenti di pagamento, tra cui è assorto ad un ruolo fondamentale la carta di credito, quale mezzo di pagamento succedaneo alla moneta, caratterizzato da una maggiore comodità e sicurezza rispetto al denaro contante, oltre che da una maggior flessibilità, in quanto la carta di credito può essere utilizzata anche nei c.d. pagamenti telematici.
Nel corso degli ultimi vent’anni, questo strumento di pagamento è diventato un vero e proprio status symbol, che permette di identificare le nuove generazioni di acquirenti, le quali tendono sempre maggiormente a delle nuove forme di commercio, che potremmo definire “astratte” e molto più veloci.
Questo mio lavoro di laurea, che ha inteso realizzare una disamina sulle caratteristiche generali e sulle funzioni della carta di credito, nonché una analisi del suo utilizzo sotto un duplice prospettiva: quella tradizionale e quella moderna.
Innanzitutto è necessaria una definizione di carta di credito, ossia di documento che consente all’intestatario, previa sottoscrizione di un documento, detto nota di spesa, di acquistare presso gli esercizi dell’emittente o convenzionati con l’emittente, i beni o i servizi desiderati senza dover corrispondere contestualmente il relativo prezzo.
L’intestatario verrebbe a godere di una dilazione nei pagamenti per un importo pari alla somma da lui spesa negli acquisti per un periodo che va dal momento dell’acquisto al momento della restituzione delle somme alle scadenze pattuite; questa funzione è maggiormente accentuata nella carte di credito c.d. “revolving”, in cui la restituzione delle somme viene fatta a rate.
Passando all’analisi dell’utilizzo, per così dire, più moderno della carta di credito, possiamo affermare con certezza, che la carta di credito è la modalità di pagamento delle transazioni on line più largamente diffuso, anche se negli ultimi tempi se ne va affermando un altro: ovvero la c.d. moneta elettronica.
Il primo intervento legislativo prevede che gli istituti di emissione sono tenuti a riaccreditare al consumatore i pagamenti dei quali dimostri l’eccedenza rispetto al prezzo pattuito, ovvero l’uso fraudolento della propria carta di credito da parte del fornitore o di un terzo, fatta salva la possibilità dell’emittente si rivalersi nei confronti del debitore.
La direttiva europea prevede che il consumatore possa chiedere l’annullamento di un pagamento in caso di uso fraudolento della sua carta di pagamento nell’ambito di contratti a distanza e che, in caso di tale uso fraudolento, al consumatore sia riaccreditato o rimborsato l’importo versato.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Tra gli strumenti di pagamento ritenuti socio-economicamente alternativi alla moneta avente corso legale, un posto di rilievo è ricoperto dalla carta di credito. Questo strumento di pagamento, nonostante l’ elevatissimo grado di diffusione che ha raggiunto nel sistema economico odierno, solleva ancora diverse questioni giuridiche, anche, talvolta, di difficile risoluzione, soprattutto a cagione della scarsezza di disciplina legislativa esistente in merito. In considerazione di ciò, il nostro studio ha inteso analizzare la carta di credito, quale strumento di pagamento e di credito, esaminandolo nella sua duplice sfaccettatura: quella “tradizionale” di mezzo di regolamento delle operazioni commerciali realizzate presso gli esercenti convenzionati e quella “futurista”, ossia quale strumento di pagamento delle transazioni telematiche. Nei primi due capitoli, infatti, si è proceduto allo studio della carta di credito nella sua ottica più classica: in specie sono state considerate

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Gianpiero Del Rosso Contatta »

Composta da 179 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3826 click dal 06/03/2007.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.