Skip to content

Analisi e Progetto di un Ambiente Integrato per la Schedulazione di Elaborazioni Orientato alla gestione dei Sistemi Informativi di una Azienda Commerciale

Informazioni tesi

  Autore: Roberto Cervini
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Scienze dell'informazione
  Corso: Informatica
  Relatore: Gianfranco Prini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 168

I Sistemi Informativi hanno raggiunto un livello di complessità tale da rendere praticamente impossibile la schedulazione manuale dei flussi elaborativi aziendali. La complessità delle interrelazioni tra le cascate elaborative ed all’interno delle stesse e la necessità di sincronizzare processi tra macchine geograficamente distanti tramite reti di comunicazione porta a dover determinare degli standard per la descrizione degli ambienti in modo da abbassare il livello di complessità delle attività ad un valore dominabile. Spesso le varie divisioni aziendali sono dotate di Hardware, Software e sistemi Operativi eterogenei obbligando quindi a prendere in considerazione il progetto astraendo dalla reale implementazione e supponendo quindi la scrittura di agenti di schedulazione ad-hoc per i sistemi interessati.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3CAPITOLO 1 - INTRODUZIONE AI SISTEMI DI SCHEDULAZIONE Questo Capitolo si propone di introdurre la gestione delle Schedulazioni in maniera informale: la prima parte offre una panoramica delle attività svolte manualmente in passato, con la relativa tempificazione dovuta alle tecnologie allora disponibili; sono quindi esaminate a grandi linee le attività necessarie alla Schedulazione delle Elaborazioni odierne ed infine è presentato il progetto generale dello Schedulatore, con lo schema a blocchi delle componenti e delle loro interazioni. BREVE STORIA DELLE ATTIVITÀ DI SCHEDULAZIONE La Schedulazione delle elaborazioni è stato un problema molto sentito nell’ambito delle Aziende fin dagli albori dell’informatizzazione. In effetti, la transizione dalla gestione manuale all’automatizzazione si può dire sia iniziata con la nascita della scheda perforata, per opera dell’IBM, durante il censimento nazionale Americano della fine del XIX secolo. Avere a disposizione un supporto che permettesse di archiviare i dati in modo da essere riutilizzabili in maniera pressoché automatica, in sequenze ed aggregazioni diverse ed a velocità nettamente superiori a quelle raggiungibili da un essere umano, ha portato allo sviluppo dell’informatica in modo rapido e peculiare. Fino all’inizio del 1980 praticamente non esistevano linee di trasmissione dati. Ciò comportava la spedizione dei documenti amministrativi dagli Uffici periferici alla sede centrale secondo calendari Operativi stabiliti da un apposito ufficio Pianificazione. In Sede i documenti erano suddivisi per pacchi omogenei e portati all’Ufficio Perforazione, dove erano letti e perforati su schede. Ogni addetto disponeva di una stazione di perforazione delle dimensioni di una scrivania, del suo bravo pacco di schede bianche e dei documenti dai quali desumere i dati. Una piccola tastiera permetteva di comandare l’avanzamento di una nuova scheda sotto la stazione di punzonatura e la digitazione dei caratteri richiesti: la punzonatura avveniva contemporaneamente alla digitazione, rendendo impossibile la correzione degli errori; in tal caso la scheda doveva essere scartata e nuovamente perforata. Le schede erano nate per codificare numeri ed avevano quindi 12 righe orizzontali di perforazione: queste erano utilizzate dalla "0" alla "9" per le cifre, mentre le due righe più alte servivano per rappresentare il carattere “&” e per il segno “–“, e disponevano di un totale di 80 colonne verticali. L’esigenza di rappresentare dati alfanumerici senza dover modificare schede e lettori, ha portato alla codifica dei caratteri alfabetici tramite due punzonature sulla stessa colonna: ad esempio la lettera A era rappresentata tramite la perforazione delle righe 1 e 12, la B tramite la 2 e 12 e così via.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

agenti di schedulazione
schedulazione
schedulazione di elaborazioni
schedulazione manuale dei flussi
scheduling
sistemi informativi

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi