Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il bilancio di esercizio della banca on-line

Il progetto ha definito l'evoluzione strategica delle banche italiane all'avvento del nuovo canale distributivo internet, che ha determinato una contaminazione del modello tradizionale di fare banca tramite sportello, a vantaggio di una forma multicanale che spazia dall'uso del call center, al telefonino, al sito internet nella forma del portale verticale. Dopo aver classificato le attività bancarie on-line, individuato punti di forza e di debolezza della banca virtuale e le strategie perseguite, l'analisi conduce alla descrizione del conto on-line e i suoi servizi, per illustrare le tipologie di costi e ricavi tipici della banca on-line, suddivisi in: costi d'investimento e di gestione, costi-opportunità e costi per la realizzazione del sistema.

Nella seconda parte del lavoro, si espone il contenuto obbligatorio del bilancio della banca, alla luce delle direttive europee e dei principi contabili internazionali. Questi ultimi, hanno introdotto una diversa articolazione delle poste degli schemi di bilancio e nuovi criteri di valutazione (come il fair value e il principio della prevalenza della sostanza economica sulla forma giuridica di un'operazione).

Ricordando che nessuna banca può operare in modo totalmente virtuale, l'analisi prosegue con l'esposizione delle voci di bilancio del conto economico e dello stato patrimoniale che accolgono tipicamente i risultati dell'attività on line. Un approfondimento riguarda l'applicazione del regime tributario all’e-bank e le relative imposte.
L'analisi delle performance di bilancio elenca i principali indici utilizzati per valutare, dopo la riclassificazione dei prospetti contabili, il rendimento finanziario ed economico della gestione.

Infine, come caso applicativo, si espone il bilancio d'esercizio 2005 della Banca Sella scelto tra tutti i documenti contabili utilizzati per la ricerca.

Mostra/Nascondi contenuto.
PRIMA PARTE 1. NUOVE STRATEGIE 1.1 Internet e la banca In un mondo dove Internet sta completamente cambiando il modo di fare acquisti anche il modo di fare banca e finanza è in fase di rivoluzione. Molte operazioni bancarie ordinarie compiute dai clienti stanno trovando un’alternativa efficace ed efficiente nei canali virtuali mentre l’intermediazione finanziaria si fonda e si fonderà per molti anni ancora sulla fiducia, sul dialogo e sui rapporti umani intrecciati a distanza più o meno ravvicinata. Negli ultimi anni la banca ha compiuto un passaggio epocale, dalla vigilanza strutturale - più dirigistica - alla vigilanza definita prudenziale - più incentrata su meccanismi di mercato. NATURA STRUTTURALE DELL’IMPATTO DI INTERNET Riduzione delle barriere Aumento delle informazioni disponibili per la clientela Riduzione dei costi di transazione Cambiamento della natura della relazione con la clientela e del ruolo dei mercati Le banche sono imprese speciali in quanto la dotazione di capitale di rischio (azionisti) è molto inferiore a quella di capitale di debito (depositanti e possessori di obbligazioni). In più, la prevalenza quantitativa del capitale di debito si unisce a poteri di indirizzo e controllo molto deboli, giacchè i depositanti sono tanti, non organizzati e – soprattutto per l’Italia – finanziariamente assai poco sofisticati. Ogni banca, pressata dalla crescita della competizione sui mercati di riferimento, anche solo per mantenere costante il flusso dei ricavi, deve modificare la struttura dei ricavi e comprimere i costi. Qui emergono le 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Sandra D'acunto Contatta »

Composta da 170 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4524 click dal 13/03/2007.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.