Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

The Battle of Maldon: un'indagine retorica

Questo lavoro si propone di individuare ed analizzare la struttura retorica e deittica del poema in antico inglese The Battle of Maldon, nel tentativo di far luce sulla natura e sul possibile scopo dell'opera, questione ancora contraversa nella comunità letteraria internazionale.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE 1. IL MANOSCRITTO E LA TRASCRIZIONE Il manoscritto contenente l’omonimo poemetto identificato convenzionalmente con il titolo The Battle of Maldon 1 , era il Cotton Otho A.xii, facente parte della collezione di Sir Robert Bruce Cotton, e conservato alla British Library di Londra fino al 1731, anno in cui fu parzialmente distrutto durante un incendio esploso nella Ashburnham House. Secondo le informazioni presenti nel catalogo della Cotton Library, redatto da Smith verso la fine del XVII secolo, il manoscritto conteneva i seguenti lavori: 1. Asserius Menevensis de gestis Alfredi Regis, charactere antique. 2. Exorcismus superstitiosus adversus fibres, Latine, præmissis & intermixtis Saxonicis. 3. Fragmentum quoddam Historicum de Eadrico &c., Saxonice. 2 4. Vita & passio S. Ælphegi, Archiepiscopi Cantuariensis & martyris, per Osbernum, Monachum Cantuariensem. 5. Translatio S. Ælphegi. 6. Vita S. Odonis, Cantuariensis Archiepiscopi, per Osbernum, Monachum Cantuariensem. 7. Ælmeri, Monachi Ecclesiæ Christi Cantuariensis, epistolæ, in quibus tractat de munditia cordis, de discretione judicii, de affabilitate in sermone, de amore liberalitatis, prosecuzione justitiæ, vigore disciplinæ, doctrinæ studio, cura pauperum, & erga debiles vel mente vel corpore compassione; de bono vitæ claustralis, cum meditationibus sacris, cujusmodi sunt excitatio mentis in inquisitione Dei, & querimonia absentia metus Dei. Liber asceticus & vere pius. 1 Si tratta di una abbreviazione del titolo “The Battle of Maldon, and Death of the Ealdorman Byrhtnoth”, impiegato nell’edizione di B. Thorpe in Analecta Anglo-Saxonica, London 1834. 2 Questa è la parte che contiene il poema.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Giovanni Bonanno Contatta »

Composta da 213 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 665 click dal 20/03/2007.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.