Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le malattie infettive nei nidi d'infanzia: conoscere per prevenire

Nel mio lavoro di tesi, ho ritenuto necessario trattare l'argomento delle malattie infettive nei nidi d'infanzia data l'elevata diffusibilità nei nidi e per le possibili conseguenze sulla salute del bambino. Pensando al mio futuro lavoro di educatrice questo argomento ha completato e migliorato la mia formazione. Nel primo capitolo ho trattato la situazione epidemiologica in Italia e in Emilia Romagna. Nel secondo capitolo ho trattato specificatamente le singole malattie trattando anche il ruolo della prevenzione, l'argomento che è stato ampio e approfondito nel terzo capitolo, dove è stato possibile mettere in luce come in alcuni casi il contagio può essere evitato grazie alla messa in atto di misure d'igiene. Nel trattare il capitolo sulla prevenzione ho iniziato esponendo il ruolo del personale educatore il quale deve mettere in atto in modo sistematico dei comportamenti preventivi in ogni momento della giornata al nido ( pasto, sonno, entrate, ecc... ). Ho trattato il tema dell'igiene degli arredi, dei giocattoli, ecc... Ho preso brevemente in considerazione il ruolo del personale della cucina addetto alla conservazione, manipolazione, preparazione, somministrazione dei pasti ai bimbi. Infine ho concluso il lavoro riportando il ruolo delle vaccinazioni strumento di fondamentale prevenzione nella fascia di età 0-3 anni.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 Introduzione Il presente lavoro ha come oggetto di trattazione la problematica delle malattie infettive, data la rilevanza che rivestono nei nidi d’infanzia sia per la loro diffusibilità, sia per le possibili conseguenze. Conoscere tali malattie risulta fondamentale per tutelare la salute dei bambini delle prime fasce di età. Pensando al mio futuro lavoro di educatrice di asilo nido e comunità infantile ho ritenuto necessario approfondire questo argomento per completare e migliorare la mia formazione. Desidero puntualizzare che le ricerche aventi come oggetto di studio le malattie infettive e la loro prevenzione, sono in continua evoluzione con l’obiettivo di arrivare un giorno a sconfiggerle in modo definitivo. Tuttavia, la prevenzione delle infezioni non è compito solo degli esperti del settore, ma deve necessariamente coinvolgere altre professionalità tra cui gli educatori di nido, che si trovano per motivi professionali a convivere insieme ai bambini. Sicuramente molti successi sono già stati ottenuti nella lotta contro diverse malattie infettive dell’infanzia. Malattie gravi del passato sono state debellate o sono in via di eliminazione grazie alla prevenzione. Tuttavia le malattie infettive sono tuttora presenti, trovano le condizioni ideali di diffusione proprio all’interno delle comunità infantili e continuano a destare preoccupazione nei genitori. Nel primo capitolo ho preso in esame l’attuale situazione epidemiologica in Italia e nella nostra regione; in particolare ho descritto l’entità della diffusione delle principali malattie infettive dell’età infantile e ho analizzato i fattori che ne favoriscono la trasmissione all’interno dei nidi d’infanzia. Nel secondo capitolo, ho ritenuto necessario trattare specificatamente e singolarmente i diversi tipi di malattia per conoscere meglio le principali caratteristiche, (come si manifestano, le modalità di trasmissione ecc) accennando a volte anche alle possibilità di prevenzione che sono state invece trattate in modo più ampio e approfondito nel terzo capitolo. Come già affermato, la prevenzione è il sistema più efficace da attuare per salvaguardare la salute dei bambini e ognuno (genitori, educatori, personale della cucina) può contribuire con un adeguato comportamento. Nello sviluppare il seguente argomento, ho iniziato esponendo quale deve essere il comportamento preventivo del personale educatore da attuare in modo sistematico in tutti i momenti di routine (cambio, pasto, igiene del bambino ecc...).

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Giuseppina Germinara Contatta »

Composta da 42 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8215 click dal 27/03/2007.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.