Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Progettazione hardware e software di un terminale industriale standard VT100 - VT52 con display LCD

Oggetto della presente tesi è la pregettazione hardware e software di un terminale industriale in grado di emulare gli standard VT100 e VT52.
La visualizzazione dei caratteri ricevuti avviene mediante un display LCD retroilluminato mentre la tastiera è realizzata in configurazione QWERTY.
Il terminale realizzato trova numerose applicazioni nel settore industriale quale terminale utente per la gestione di macchine automatiche, per la visualizzazione di messaggi di allarme o come terminale locale di programmazione. In futuro non si esclude tuttavia l’utilizzo del terminale in settori diversi quali il controllo accessi, ecc.

Mostra/Nascondi contenuto.
1. INTRODUZIONE Oggetto della presente tesi è la pregettazione hardware e software di un terminale industriale in grado di emulare gli standard VT100 e VT52. La visualizzazione dei caratteri ricevuti avviene mediante un display LCD retroilluminato mentre la tastiera è realizzata in configurazione QWERTY. Il terminale realizzato trova numerose applicazioni nel settore industriale quale terminale utente per la gestione di macchine automatiche, per la visualizzazione di messaggi di allarme o come terminale locale di programmazione. In futuro non si esclude tuttavia l’utilizzo del terminale in settori diversi quali il controllo accessi, ecc. Durante tutte le fasi della progettazione sono state tenute in prima coniderazione esigenze di costo, affidabilità e reperibilità dei componenti impiegati. Per minimizzare il numero di parti presenti sulla scheda si è fatto uso delle moderne logiche programmabili PAL (Programmable Array Logic). Lo sviluppo del software è avvenuto pensando a un pacchetto aperto, in grado di adattarsi facilmente a un diverso tipo di display o ad una diversa tastiera con modifiche minime. A seguito dei calcoli teorici è sempre seguita una verifica su campo che mi ha dato la possibilità di affinare la pretica di utilizzo della strumentazione di laboratorio. Durante la realizzazione del progetto ho avuto modo, in particolare, di usare un oscilloscopio digitale e una scheda di emulazione collegata serialmente ad un PC. Per lo sviluppo del software, interamente in assembler, è stato usato un compilatore della IAR oltre a vari programmi per velocizzare le fasi di compilazione e test del programma. Gli schemi elettrici sono stati realizzati mediante il CAD elettronico OrCAD mentre per la programmazione dei componenti PAL è stato usato il programma PALASM. 4

Diploma di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Claudio Gambelli Contatta »

Composta da 73 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1021 click dal 21/03/2007.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.