Skip to content

Il memoriale per lo sterminio degli ebrei d’Europa a Berlino. Progetti e polemiche 1994-2006

Informazioni tesi

  Autore: Lorena Lavorato
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Discipline dell'Arte, della Musica e dello Spettacolo
  Relatore: Mario Lupano
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 208

La tesi affronta la complessa vicenda del “Denkmal für die ermordeten Juden Europas” concentrandosi sulle polemiche e le discussioni che hanno accompagnato i due concorsi internazionali volti alla realizzazione. Oltre ad analizzare le varie fasi della costruzione, si descrive anche l’effetto che il memoriale ultimato ha avuto su Berlino, ovvero i comportamenti e reazioni da parte di visitatori, ideatori ed enti di gestione, dopo la sua inaugurazione.
La tesi è articolata in cinque capitoli.
Nel primo ci si sofferma su alcune vicende storiche, politiche e culturali, contestuali alla nascita del progetto per il memoriale. Infatti nel corso degli anni Ottanta furono inaugurati quattro luoghi di memoria per le vittime della seconda guerra mondiale: la Neue Wache, la Topographie des Terrors, lo Jüdisches Museum Berlin e Wannsee-Haus-Konferenz.
Nel secondo capitolo vengono introdotte le problematiche del memoriale riflettendo sul primo concorso (1994/95) attraverso le regole del bando, i progetti presentati, le critiche e l’annullamento del concorso. Viene inoltre analizzato il caso dei Sinti e Rom in Germania, perché i rappresentanti di questa comunità sollevarono pesanti critiche e cercarono di ostacolare la realizzazione del memoriale.
Dopo l’annullamento del concorso vi furono anche cambiamenti governativi, in questo clima ministri e rappresentanti politici si occuparono in prima persona di trovare, attraverso il dialogo, una soluzione adeguata al caso del memoriale. Infatti nel terzo capitolo ci si concentra sulle tre conferenze proposte dai nuovi ministri, ognuna delle quali conteneva tematiche diverse: la necessità, il luogo e la forma del memoriale; questo ciclo di incontri fu importante perché portò all’organizzazione del secondo concorso.
Il quarto capitolo è dedicato interamente al concorso del 1997, si riflette sulle modalità, sui progetti e sui vincitori (Eisenman e Serra).
Le fasi di realizzazione, il primo anno di vita del memoriale e la riflessione sul nome dato al memoriale sono argomenti del quinto e ultimo capitolo.
L’obiettivo principale della tesi è stato quello di riflettere e conoscere le difficili vicende che hanno coinvolto il memoriale. Per raggiungere a pieno l’intento, oltre alla documentazione cartacea, è stato importante recarsi sul luogo per verificare personalmente il contesto urbano, ma anche raccogliere testimonianze e opinioni su quello che rappresenta per la Germania oggi il Denkmal für die ermordeten Juden Europas.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Il Denkmal für die ermordeten Juden Europas è ora il monumento commemorativo di maggior valore in Germania. Con la costruzione di un’opera dedicata agli ebrei europei vittime del nazismo, il popolo tedesco ha reso visibile una parte del suo passato che, per anni, aveva cercato di tenere nell’ombra. Dopo la liberazione del campo di Auschwitz, studiosi, filosofi, storici, psicologi hanno voluto conoscere e far conoscere la verità dei fatti, ponendosi la questione della memoria storica. In Germania, dopo il 1989, si è venuta ad aggiungere all’elaborazione della Shoah e del nazismo anche il periodo della divisione in due Stati e del Muro di Berlino. Le vicende progettuali e costruttive del Memoriale incontrano direttamente questa seconda memoria: si cominciò a parlare di un memoriale per gli ebrei d’Europa sterminati nei Lager proprio nel 1988, appena un anno prima della caduta del Muro, in un periodo politicamente e culturalmente ricco di cambiamenti per la società tedesca. Quando la giornalista Lea Rosh propose di realizzare un monumento di questo tipo fu subito polemica. Il progetto, nonostante i contrasti, andò avanti e nel 1994 fu bandito un concorso pubblico, ma l’anno successivo il Cancelliere Kohl, per eccessive polemiche, decise di annullarlo. Durante il 1997 i dibattiti erano intensi, tanto che furono organizzate tre conferenze pubbliche che videro la presenza di

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

architettura
arte
berlino
dams
denkmal für die ermordeten juden europas
ebrei
germania
jüdisches museum berlin
letterario
mario lupano
memoria storica
memoriale
monumento
neue wache
olocausto
peter eisenman
progetti artistici
storia dell'arte
topographie des terrors
wansee-haus-konferenz

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi