Skip to content

Il turista della neve a Ponte di Legno-Tonale: profili e comportamento da un'indagine diretta

Informazioni tesi

  Autore: Paola Caratti
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Bergamo
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Progettazione e gestione dei sistemi turistici
  Relatore: Andrea Macchiavelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 174

Il turismo della neve sta attraversando una fase di evoluzione, in particolare dal lato della domanda: i turisti che frequentano le stazioni invernali oggi sono infatti molto diversi da quelli del passato per profilo, comportamenti ed esigenze. Questo lavoro si propone di capire meglio quali siano le caratteristiche attuali di questo tipo di domanda, analizzando il caso specifico della clientela che frequenta il comprensorio di Ponte di Legno-Tonale, stazione che negli ultimi anni, attraverso delle oculate operazioni di rilancio, è passata da secondaria e con un bacino d’utenza prevalentemente regionale, a stazione di rilevanza nel contesto lombardo e frequentata da una clientela internazionale.
La prima parte del lavoro fornisce una panoramica generale sul tema del turismo alpino invernale, affrontando i seguenti aspetti: la storia della nascita e dell’evoluzione del turismo sciistico; la posizione del prodotto “vacanza sulla neve” nel mercato attuale, evidenziando le cause della fase di contrazione; la situazione attuale della domanda di turismo della neve in Italia, caratterizzata da una stagnazione del mercato interno; i tratti principali delle motivazioni e del comportamento del turista della neve attuale.
La seconda parte si focalizza su Ponte di Legno-Tonale, la stazione presa in considerazione: verrà quindi brevemente ricostruita l’evoluzione storica del comprensorio, ne verrà presentata l’offerta (composta da un mix di attrazioni, sistema d’accoglienza, accessibilità e servizi complementari) ed i tratti principali della domanda, evidenziando l’evoluzione in atto in questi ultimi anni. Viene in particolare sottolineato il ruolo fondamentale del consorzio Adamello Ski che, seguendo una politica di marketing basata sui canali di intermediazione internazionali, ha saputo notevolmente ampliare il mercato della destinazione.
La terza parte è destinata ad un necessario approfondimento sul tema della ricerca sociale in ambito turistico ed in particolare in quello del turismo della neve, che funge da introduzione metodologica alla ricerca sul campo: vengono presentate alcune ricerche riguardanti l’argomento, analizzando i tipi di metodologia scelti per portarle avanti, con i loro punti di forza e di debolezza.
Nella quarta parte vengono presentati i risultati della ricerca sul campo svolta a Ponte di Legno-Tonale durante la stagione invernale 2005-2006. L’obiettivo di tale ricerca è quello di individuare il profilo, i tratti principali del comportamento ed il livello di soddisfazione del turista sciatore che frequenta il comprensorio. Lo strumento utilizzato per svolgere tale ricerca è stato un questionario, composto da 24 domande e somministrato direttamente agli sciatori, sia italiani che stranieri, presenti sulle piste. Sono stati raccolti in questo modo più di 500 questionari compilati: i risultati sono stati poi elaborati attraverso l’utilizzo del programma per l’analisi statistica SPSS. I risultati dell’indagine confermano il fatto che Ponte di Legno-Tonale sia una località fortemente orientata alla pratica dello sci: emerge infatti che i turisti cercano in questa stazione soprattutto la possibilità di sciare, apprezzano molto i servizi offerti in questo senso, e sono poco interessati alle altre opportunità che la località può offrire. I turisti intervistati inoltre sono stati segmentati a seconda della provenienza (Lombardia, resto d’Italia ed estero) per far emergere le differenze di comportamento esistenti fra la clientela tradizionale e di lunga data (soprattutto lombarda, ma non solo), e quella invece innovativa degli stranieri e di parte degli italiani.
Infine, un breve capitolo conclusivo illustrerà i risultati generali a cui si è giunti in questo lavoro: alla luce di quanto emerso dall’indagine diretta, verrà delineata la situazione attuale di Ponte di Legno-Tonale, e le sfide future che si presentano per questa destinazione. La crisi che ha colpito il turismo della neve a livello globale non ha risparmiato Ponte di Legno-Tonale: qui però si è reagito per far fronte a questa situazione, ed i risultati non sono mancati. Sono state intraprese una serie di azioni aventi l’obiettivo di rilanciare la stazione: si sono corsi dei rischi, in quanto si è investito molto su un settore, quello dello sci, che sta attraversando una fase critica. Questi interventi però hanno dato i loro frutti: ieri Ponte di Legno-Tonale era una stazione secondaria, frequentata da una clientela locale, oggi invece abbiamo una stazione integrata con un ampio demanio sciabile che ha saputo proporsi a livello internazionale. In questo contesto la presenza del consorzio Adamello Ski è stata fondamentale: questo soggetto è infatti riuscito a raccogliere le istanze delle diverse imprese turistiche, spesso di piccole dimensioni, operanti sul territorio ed a portare avanti azioni nell’interesse della località in generale, oltre che a proporre sul mercato un prodotto-vacanza integrato.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione Il turismo della neve sta attraversando, negli ultimi anni, una fase di evoluzione, in particolare dal lato della domanda: i turisti che frequentano le stazioni invernali oggi sono infatti molto diversi da quelli del passato per profilo, comportamenti ed esigenze. Questo lavoro si propone di capire meglio quali siano le caratteristiche attuali di questo tipo di domanda, analizzando un caso specifico, quello della clientela che frequenta il comprensorio di Ponte di Legno-Tonale. Dopo un periodo di crisi, questa destinazione sta vivendo un importante momento di sviluppo finalizzato al suo rilancio: importanti azioni, sia dal lato della domanda che da quello dell offerta, sono state intraprese dagli attori locali per raggiungere questo importante obiettivo. Lo studio della domanda che frequenta Ponte di Legno-Tonale risulta per questa ragione particolarmente interessante, poichØ ci troviamo di fronte ad un contesto dinamico, ed un analisi della situazione pu aiutarci a capire in che modo questi cambiamenti stiano avvenendo. Per fare ci Ł stata quindi svolta, durante la stagione invernale 2005/2006, una ricerca sul campo, con l obiettivo di tracciare il profilo del turista sciatore che frequenta questa stazione a cavallo tra Lombardia e Trentino. Il primo capitolo si propone di introdurre il tema del turismo alpino invernale, evidenziando i tratti caratteristici della situazione attuale. Prima di tutto verr presentata una breve digressione storica sulla nascita e sull evoluzione del turismo sciistico, anche in relazione alle tipologie di sviluppo delle stazioni alpine invernali. Questa introduzione storica Ł funzionale a comprendere meglio la condizione attuale del turismo alpino invernale, che verr analizzata evidenziandone alcuni aspetti. In primo luogo si cercher di capire come si situa il prodotto vacanza sulla neve nel mercato attuale: vedremo come questa sembra aver perso attrattivit nei confronti di altre tipologie di vacanza (come quella in localit esotiche nei mesi invernali) e si trovi quindi a dover fronteggiare una concorrenza a livello globale, con prodotti- vacanza diversi che per possono esserne sostitutiv i. Successivamente l attenzione si focalizzer sulla situazione attuale della domanda di turismo della neve in Italia: vedremo come il mercato tradizionale, interno, stia vivendo una fase di stagnazione, causata dal continuo calo del numero di sciatori, per molteplici ragioni (come l invecchiamento della popolazione, lo scarso ricambio generazionale, ed il fatto che

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

comportamento del turista
impianti di risalita
montagna
profilo del turista
ricerca quantitativa
sci
soddisfazione del turista
stazioni invernali
turismo
turismo invernale
turismo montano
turismo sciistico
valcamonica
valle camonica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi