Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Determinazione quantitativa di rotenone in olivicoltura biologica mediante spettrometria di massa

Il Rotenone, pesticida naturale, è un inibitore del complesso I della catena respiratoria e, in un esperimento su cavie, ha provocato sintomi simili a quelli che si osservano per il morbo di Parkinson. Il limite massimo fissato dalla normativa italiana nelle olive è di 0.04 mg/Kg; ma non esiste una legge che disciplini il suo contenuto nell’olio di oliva da agricoltura biologica. La spettrometria di massa è stata utilizzata per studiare la frammentazione del rotenone e per mettere a punto un metodo di determinazione quantitativa basato sul monitoraggio di una transizione MRM.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione INTRODUZIONE Il Rotenone è un pesticida naturale, contemplato dall'allegato II B del Reg. CEE 2092/91 ed estratto dalle radici di alcune piante leguminose del genere Derris, Tephrosia e Longhocharpusl 1 . É utilizzato come veleno per i pesci e come insetticida non selettivo su una grande varietà di piante 2 . É considerato moderatamente tossico per gli uomini 3 visto che la dose letale stimata si attesta tra i 300 ed i 500 mg/Kg. Il rotenone è un inibitore del complesso I della catena respiratoria mitocondriale e, in un esperimento su cavie, ha provocato l'insorgenza di sintomi analoghi a quelli che si osservano a causa del morbo di Parkinson 4 . Il rotenone è usato nella difesa dell'olivo per la produzione di oli di oliva da agricoltura biologica, anche se, in generale, si degrada più lentamente nelle olive che in altri vegetali. Il 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Maria Anna Caravita Contatta »

Composta da 137 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1816 click dal 04/04/2007.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.