Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Partiti politici: processi di trasformazione

Come sono cambiati i partiti? Questa tesi analizza le principali direttive del processo di trasformazione che ha investito l’attore-partito nell’arco temporale che va dal 1970 fino ad arrivare ai nostri giorni.Dopo una prima introduzione sulle caratteristiche forme di partito, si analizzano le forme del cambiamento che riguardano tanto la struttura e l’organizzazione dell’attore-partito quanto il mutato rapporto con l’elettorato. Un ultimo sguardo viene, infine, dato ai movimenti sociali postisi come alternativa democratica ai partiti.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 Introduzione “I cittadini delle democrazie occidentali sono rappresentati da ed attraverso i partiti. È inevitabile.”(G.Sartori) L’analisi dell’attore partito si è da sempre rivelata una dura sfida per gli studiosi che si sono interessati a questo argomento, in ragione della natura variegata e multiforme che questi ha assunto nel corso del tempo. Nondimeno, come affermato autorevolmente da Sartori, nessuna democrazia può vivere senza partiti poiché essi rappresentano un elemento fondante, seppur complesso, della struttura politica di ciascun paese. Per tale ragione, l’approfondimento delle tematiche ad essi correlate è una costante fonte d’arricchimento per ogni società democratica oltre che chiara manifestazione del desiderio, per gli specialisti del settore, di far luce su argomenti estremamente articolati. Obiettivo finale di questa tesi è, dunque, l’esame delle più importanti caratteristiche dell’attore- partito e la valutazione delle principali linee guida che ne hanno contraddistinto i mutamenti nel periodo di tempo che va dagli anni settanta ad oggi. A tal fine, sarà necessaria l’analisi della trasformazione del partito di massa in Europa e l’esame del declino della membership dei partiti, oggi meglio strutturati ma decisamente meno attraenti di un tempo, come confermato anche da una breve valutazione circa l’attuale considerazione di cui godono i partiti nell’immaginario collettivo. Infine un ultimo sguardo sarà rivolto alle sfide, alle prospettive future dei partiti ed alle nuove forme di rappresentanza. Ma prima di procedere alla disamina dei profondi e radicali mutamenti che, negli ultimi decenni, hanno investito i partiti dei paesi europei, è necessario procedere ad una generale, seppur sintetica, classificazione al fine di acquisire un quadro di base preliminare alla successiva discussione sulla loro trasformazione.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Stefania Coco Contatta »

Composta da 60 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7714 click dal 12/04/2007.

 

Consultata integralmente 18 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.