Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Lo sguardo della pubblicità

La tesi tratta delle principali tecniche con cui si riesce a catturare lo sguardo dell' utentye che guarda una pubblicità nonchè i meccanismi psicologici per cui un individuo viene da essa peresuaso.
si termina con una nota allo sguardo come produttore e costruttore del sociale.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione PERCEZIONE E PUBBLICITÀ “La percezione è un’attività mediante la quale si seleziona e si include in complessi significativi informazioni ricevute dagli organi di senso. Essi rappresentano la vera fonte della nostra esperienza cosciente. Nel processo di percezione l’individuo capta ed elabora come reazione all’ambiente gli stimoli in maniera relativamente soggettiva” 1 . “ Mediante un processo di selezione sensoriale la percezione fa si che l’individuo non reagisce indiscriminatamente ai numerosi stimoli che lo raggiungono contemporaneamente; inoltre i processi selettivi ubbidiscono ad un criterio di economia che consente di eludere il contatto con le informazioni che non gioverebbero all’individualità ed efficienza del comportamento individuale e non sarebbero utili al soddisfacimento dei nostri bisogni. Poiché l’attenzione tende a spostarsi continuamente, stimoli diversi vengono percepiti in determinati momenti. Gli spostamenti di attenzione dipendono da fattori interni (motivazioni, aspettative) ed esterni (caratteristiche degli stessi stimoli)” 2 . Lo stimolo tende ad integrarsi, ad organizzarsi in forme o strutture significative come la tendenza al raggruppamento e quella che fa emergere certi oggetti come figure su uno sfondo comparativamente amorfo e insignificante. “Il realismo ingenuo è l’atteggiamento di chi osserva il mondo ed è lo stesso dello studioso della percezione quando intende manipolare o muoversi nel mondo che lo circonda per capire il funzionamento esatto degli organi di senso che registrano la realtà esterna, di determinare il loro grado di percezione e di sensibilità, la loro rapidità di reazione, ecc…” 3 A riguardo, l’approccio costruttivista e quello cognitivo riconoscono “una funzione attiva al soggetto conoscente,non più visto come passivo recettore di stimolazioni ambientali 4 ma come dinamico costruttore di realtà” 5 [..] nella quale 1 Enciclopedia Universo, vol. IX, voce : “Percezione”, De Agostini, Novara 1975. 2 Palmonari G, Cavazza N, Psicologia sociale capitolo 1, Il Mulino, Bologna 2000 p. 16 3 Kanizsa G, Grammatica del vedere,cap. 1, Il Mulino, Bologna, 1980, p. 27 4 Per “recettore” intendo che l’uomo percepisce tali stimolazioni ambientali.

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Raffaella Lucci Contatta »

Composta da 86 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2776 click dal 19/04/2007.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.