Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La didattica museale. Indagine sulle concezioni, le aspettative, le motivazioni di docenti e guide nei laboratori interattivi al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnica di Milano

Il lavoro di seguito introdotto è una ricerca sviluppatasi in seguito alla stipulazione di una convenzione tra il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnica di Milano e l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano ed è stata effettuata utilizzando l'ambiente dei laboratori interattivi del Museo. Esso riguarda un problema reale - la rimodernizzazione dei laboratori interattivi al suo interno – ed è diviso in tre parti:

1. Considerazione della letteratura esistente riguardanti la didattica museale: cenni storici, discussione delle funzioni economiche e culturali dei musei, musei virtuali e introduzione delle nuove tecnologie nelle esposizioni tradizionali.

2. Indagini condotte attraverso questionari somministrati all'interno dei laboratori interattivi del Museo:
a) La prima indagine - svolta sui docenti - ha lo scopo di raccogliere informazioni sul pubblico tipico dei laboratori, sulle finalità che la visita al loro interno deve avere, sui contenuti da proporre e sul modo di proporli, sul tipo di presenza delle guide nonché sull'effettiva soddisfazione dei docenti al termine della visita;
b) La seconda indagine indaga le aspettative, le motivazioni e le concezioni delle guide riguardo alla didattica museale.

3. Traduzione della tesi in formato html

L'analisi da noi svolta affronta la didattica museale sia da un punto di vista teorico e bibliografico, sia da un punto di vista empirico. Essa si differenzia in questo senso da buona parte degli altri studi sulla didattica museale quasi sempre basati su riflessioni più o meno approfondite ma pur sempre staccate dalla realtà del museo e dal tipico contesto della visita al suo interno.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 INTRODUZIONE Il museo è un'istituzione nata moltissimi anni or sono che è arrivata sino ai giorni nostri subendo e affrontando un elevato numero di cambiamenti e di trasformazioni. Le forme museali sono tuttora molto diversificate ed è difficile delineare condizioni precise in base a cui definire quale tipo di raccolta sia un museo e quale non lo sia. La riflessione che in questi anni ha ampiamente interessato i musei evidenzia però le funzioni che un museo deve avere per poter essere definito un buon museo: un museo valido deve mostrare oggetti, opere d'arte, strumenti scientifici ecc. non, o perlomeno non solo, con lo scopo di intrattenere e divertire, bensì con lo scopo di produrre cultura. La didattica museale diviene quindi un argomento di fondamentale importanza il cui studio serve ai musei per adempiere a quella funzione culturale che sembra essere diventata la loro caratteristica distintiva nei confronti di collezioni private o di semplici esposizioni. La funzione culturale dei musei riguarda sia chi visita il museo individualmente, nel tempo libero, per interesse extra-scolastico od extra-lavorativo, sia gli insegnanti e gli studenti che vi fanno visita perseguendo obiettivi più esplicitamente collegati all'attività di formazione e di apprendimento; entrambi questi campi sono oggetto di studio della didattica museale ma, essendo così ampiamente differenti, richiedono modalità ed ambienti di studio diversificati.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Davide Zappa Contatta »

Composta da 142 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6330 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.