Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'azione strategica degli enti locali: dal programma elettorale al piano esecutivo di gestione

Gli enti locali, così come altre amministrazioni pubbliche, sono stati oggetto di riforme assai significative nel corso degli anni ’90. Questo processo di riforma tende a trasformare la pubblica amministrazione da una configurazione prevalentemente operativa e burocratica in una amministrazione manageriale.
Il lavoro svolto intende fornire un’ampia analisi delle novità sostanziali introdotte dalle riforme e delle relative modalità di attuazione, procedendo con un excursus che va dal documento iniziale con il quale un’Amministrazione si insedia in un ente locale a seguito delle consultazioni elettorali, fino ad arrivare alle nuove strumentazioni contabili ed informative volte a rendere di fatto applicabile il processo di razionalizzazione amministrativa ed economica degli enti territoriali, con il fine ultimo di migliorarne la performance sotto il profilo dell’efficacia, intesa come rapporto tra risultati ed obiettivi definiti; economicità ed efficienza, intese come valutazione a priori ed a posteriori del rapporto tra risultati e risorse impiegate.

Mostra/Nascondi contenuto.
II INTRODUZIONE Gli enti locali, così come altre amministrazioni pubbliche, sono stati oggetto di riforme assai significative nel corso degli anni ’90. Questo processo di riforma tende a trasformare la pubblica amministrazione da una configurazione prevalentemente operativa e burocratica in una amministrazione manageriale. I provvedimenti che possano significativamente rappresentare il nucleo del processo di rinnovamento sono riscontrabili nella legge 8 giugno 1990 n. 142 - ordinamento delle autonomie locali; nel decreto legislativo 25 febbraio 1995, n. 77 – ordinamento finanziario e contabile degli enti locali; nel decreto legislativo n. 286/99 - meccanismi e strumenti di monitoraggio e valutazione dei costi, dei rendimenti e dei risultati della attivita' svolta dalle amministrazioni pubbliche ed infine nel Decreto Legislativo n.267/2000 Testo Unico sull’ordinamento degli Enti Locali (TUEL). Gli appena citati interventi chiariscono il ruolo e le competenze di alcuni strumenti in uso da tempo nella gestione delle imprese private e nelle imprese pubbliche. La strutturazione delle amministrazioni per centri di costo e centri di responsabilità, la contabilità analitica, il controllo di gestione diventano strumenti di verifica della cosa pubblica e

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Manageriali

Autore: Daniele Giangiulli Contatta »

Composta da 85 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1831 click dal 10/05/2007.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.