Skip to content

Il Libor Market Model: aspetti teorici e applicazioni al pricining dei derivati sul tasso d'interesse

Informazioni tesi

  Autore: Ervin Prifti
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Economia
  Corso: Finanza
  Relatore: Simonetta Rabino
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 116

Questa tesi tratta del LIBOR MARKET MODEL, ricavandolo dal punto di vista teorico e soffermandosi in modo particolare sulla calibrazione per quanto concerne la parte implementatiiva.
----------------------------------------
These thesis focuses on the LMM, and presents a formal and detailed derivation of the model. As far as the implementation aspects are concerned, i focus on the calibration to caplets and to swaptions, comparing different parametric correlation forms proposed in the literature. I also present a closed-form solution for the pricing of the ratchet caps via the single-shot tecnique, which makes use of the drift-freezing trick.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5INTRODUZIONE "Indietro? Neanche per prendere la rincorsa!" ______________________________________ (Ernesto Che Guevara) L’evoluzione dei modelli di pricing dei derivati sul tasso è stata influenzata in misura considerevole dalle istanze provenienti dalle varie categorie di utilizzatori di questi modelli, ossia i trader di relative value su bonds, i trader di dervati plain vanilla e soprattutto da trader di derivati esotici. A seconda di quanto pesassero sul conto economico della banca i profitti generati da ciascuna di queste categorie, i quant hanno dovuto incorporare nel modello delle caratteristiche che soddisfasero le esigenze dell’una o dell’altra categoria. Così, a metà anni settanta il mercato dei strumenti fixed income era dominato dai bond, e i trader attivi su questi strumenti erano interessati alla capacità prescrittiva del modello, ossia data una certa curva iniziale dei tassi, eventuali disallineamenti tra prezzi di modello dei bond e i corrispondenti prezzi di mercato, non indicavano necessariamente carenze del modello, bensì opportunità di trading. Lo stesso valeva, diversi anni più tardi per i trader di derivati plain vanilla, che erano interessati al confronto tra la volatilità implicità nei prezzi di mercato di caps e swaptions e la volatilità prodotta dal modello. I trader di bond erano soddisfati con i short rate models. Infatti anche il modello primitivo di Vasicek consentiva di prezzare i bond data una certa curva dei tassi. Man mano che nascevano nuovi strumenti emergevano anche nuove esigenze, come ad esempio quella dei trader di caps e swaptions di calibrare il modello al loro sottostante, ossia i bond. Fu Hull e White che, rendendo il drift e il coefficiente diffusivo funzione del tempo, hanno consentito il fitting ad una curva iniziale dei tassi e ad una certa struttura a termine della volatilità. Tuttavia, nel giro di poco tempo gli stessi caps e swaption sarebbero diventati i nuovi sottostanti di derivati esotici, e i trader di strumenti esotici diventavano il gruppo più importante e l’interlocutore principale di chi costruiva il modello. Per questa categoria di operatori è di criciale importanza arrivare ad allineare i prezzi di modello del proprio sottostante (caps e swaptions) con quelli di mercato, in modo da prezzare ed hegiare corretamente i prodotti esotici scambiati. La capacità descrittiva del modello, resa possibile tramite la calibrazione al prezzo di mercato di caps e swaptions diventava il nuovo must. Il Libor Market Model nasce appunto con questo intento, di prezzare derivati esotici tramite la calibrazione alla curva iniziale di tasso e al prezzo dei derivati plain vanilla. Questo modello si inseriva nel quadro del teorema di Heath-Jarrow-Morton che applicava al contesto fixed income i principi del arbitrage-

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

calibrazione
derivati su tasso
finanza
libor market model
pricing
pricing derivati

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi