Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

From Wordsworth to txt msg: a co-operative learning project on Wordsworth’s Lines Composed upon Westminster Bridge, Semptember 3rd, 1802.

Il percorso presentato è stato pensato e progettato per essere attuato in una classe IVa di un Liceo linguistico. Esso prevede una durata complessiva di circa 8 ore, durante le quali la centralità sarà data al testo letterario, poetico nello specifico, quale luogo di indagine e stimolo per la ricerca e la discussione.
Per quanto riguarda il periodo previsto per lo svolgimento del presente progetto si ipotizza l’inizio del primo quadrimestre, coerentemente con la programmazione dell’IDC che prevede un primo macro-modulo dedicato al romanzo tra il XVIII e il XIX secolo e uno successivo dedicato alla poesia in età romantica.
Secondo i descrittori indicati dal Quadro comune europeo di
mento (CEFR), si prevede che gli studenti siano già definitivamente in possesso delle quattro competenze linguistiche e comunicative (comprensione e produzione orale e scritta) richieste dal livello soglia potenziato B1+, e si avviino ad un livello avanzato B2. Essi saranno dunque in grado di impiegare abilità linguistiche integrate nonché di riconoscere e utilizzare, accanto agli aspetti morfosintattici e lessicali in contesti sempre più complessi, elementi di coesione e coerenza testuale. Gli studenti possederanno un buon livello di competenza testuale, sia produttiva che ricettiva, e saranno in grado di riconoscere, comprendere e rielaborare le fondamentali tipologie di testo, nonché di produrre traduzioni, riassunti, parafrasi, testi articolati a carattere personale.
L’abitudine all’analisi approfondita dei testi, gradualmente acquisita nei primi due anni del triennio, avrà inoltre favorito lo sviluppo di una buona capacità di analisi e sintesi, che permetta loro di esaminare problemi e tematiche in profondità per poi ricomporli in una visione unitaria globale.
In un tale contesto di apprendimento si intende introdurre, dopo il percorso diacronico sul romanzo realizzato dall’IDC nel primo quadrimestre, una nuova e peculiare tipologia testuale quale quella poetica. Riallacciandosi al romanzo in parte gotico in parte già romantico di Mary Shelley analizzato a fine modulo precedente, e senza operare una sostanziale soluzione di continuità a livello cronologico, l’intervento presenterà le principali specificità del testo poetico a partire dal primo Romanticismo inglese, e dalla poesia di William Wordsworth in particolare.
Saranno inoltre presentate, in parallelo, due riscritture poetiche contemporanee di uno stesso componimento di Wordsworth,
Obiettivi disciplinari primari saranno dunque quello di favorire una comprensione globale e analitica del testo poetico nelle sue principali caratteristiche, il riscontro a livello testuale delle più importanti figures of speech e figures of thought e loro riutilizzo nella comune produzione orale e scritta, nonché il riconoscimento e comprensione dei tratti stilistici ed espressivi propri della prima poesia romantica inglese, wordsworthiana in particolare. Ad essi si affiancherà, stimolata dalla presentazione degli altri testi già citati, la riflessione critica sul tema della riscrittura, non solo in ambito esclusivamente poetico ma come strategia intersemiotica, le cui molteplici forme, dal cinema alla musica, dall’arte alla letteratura, si intende rintracciare nell’esperienza di apprendimento degli studenti. Tali obiettivi disciplinari specifici si inseriranno nel quadro più generico degli obiettivi formativi, in primo luogo la motivazione all’apprendimento, coscienti del fatto che quest’ultima, all’interno di un contesto non naturale e fortemente strutturato di apprendimento come quello scolastico, acquista un ruolo fondamentale nel predisporre il discente a ricevere l’input. La motivazione, insieme ai processi puramente cognitivi che presiedono al ragionamento, è alla base dell’acquisizione di contenuti: il suo venire meno comporta l’innalzamento di un filtro affettivo, ossia di una barriera immanente che si frappone tra il discente e l’input, inibendo l’apprendimento. Si svilupperà, attraverso il ricorso al co-operative learning, la capacità di lavorare in gruppo, facilitando l’acquisizione di abilità sociali e stimolando la partecipazione attiva di ogni membro per il conseguimento degli obiettivi proposti dalle varie attività; la pratica della discussione e dell’interazione in classe in L2 porterà ad ampliare ulteriormente le abilità di espressione orale.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Capitolo 1 La fase osservativo-orientativa 1.1. Analisi del contesto L’attività di tirocinio diretto si è svolta presso l’Istituto Magistrale XXXXXX, istituto dalla fisionomia complessa, sia per l’ampiezza ed eterogeneità del bacino d’utenza, che comprende studenti provenienti da tutto il nord-barese, sia per la molteplicità di indirizzi didattici in esso operanti (attualmente: Linguistico, Socio-psico-pedagogico, delle Scienze sociali, quest’ultimo anche con un corso serale). 1.1.1. La storia della scuola Nel XXX si istituiva nella città di XXXX un convitto laico intitolato a XXXX, illuminato pedagogo da pochi anni scomparso, da sempre convinto assertore della necessità di infondere umanità attraverso la pratica didattica. Il convitto era destinato a ospitare giovani forestieri che

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Giuseppina Palumbo Contatta »

Composta da 72 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2529 click dal 14/05/2007.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.