Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Donne, proprietà e lavoro nel contesto arabo-islamico. Caso studio Arabia Saudita e Yemen

La tesi tratta un argomento molto delicato per i musulmani:la donna. La panoramica iniziale rigurda la figura femminile prima dell'avvento dell'Islam e successivamente la sua posizione nella scrittura coranica, nel diritto islamico e il suo rapporto con il mondo della globalizzazione.Il punto centrale della tesi riguarda la posizione della donna islamica in campo lavorativo facendo una sorta di paragone con l'uomo.L'ultimo capitolo prende in riferimento due Paesi della penisola araba:l'Arabia Saudita e lo Yemen.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 Introduzione Il percorso di studio sulla donna araba pone l’attenzione sul suo ruolo nella sfera sociale, nel mondo economico e nella rappresentanza politica. La donna, lungo il corso dei tempi, è sempre stata considerata più vulnerabile dell’uomo riguardo ai cambiamenti storici, e un essere debole e da proteggere. Lo studio sulla donna araba inizia il suo percorso da un’analisi del periodo precedente all’avvento dell’Isl…m, e sottolinea le contraddizioni e le differenze sociali tra la donna pre-islamica e quella musulmana. La donna musulmana, in base ai principi islamici custoditi nel Libro Sacro, è in tutto equivalente all’uomo. Questa visione, secondo l’interpretazione coranica e l’insegnamento profetico, presenta delle contraddizioni. L’analisi dei versetti coranici infatti, presenta una figura femminile, da una parte capace di godere delle stesse possibilità economiche, sociali, e politiche dell’uomo, dall’altra di sottostare al volere del marito e di assumere il solo ruolo di moglie e madre. L’obiettivo principale della tesi è quello di sottolineare le differenze tra uomo e donna, sia davanti alla Legge di Dio sia a livello sociale ed economico. Davanti alla Legge islamica o Šarī‘ah la donna gode di minori benefici rispetto all’uomo sia nel sistema ereditario che nel diritto di proprietà e familiare, anche a seguito di una modernizzazione del diritto islamico, iniziata nel 1915 con il decreto imperiale Ottomano. La modernizzazione del diritto islamico probabilmente non ebbe un risultato soddisfacente a causa del forte legame con la tradizione, che non ha permesso quella evoluzione dello status giuridico e sociale della donna. Solo nel 1979, con la stipulazione del documento CEDAW, la donna conquista il diritto di essere pari all’uomo. La CEDAW, ossia la “Convenzione per l’eliminazione di tutte le forme di discriminazione contro le donne”, fu un documento fondamentale per regolare i rapporti tra i generi e per sancire i diritti umani delle donne.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Rossana Franzese Contatta »

Composta da 124 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5174 click dal 15/05/2007.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.