Skip to content

Sisteme optice centrate. Aplicatii.

Informazioni tesi

  Autore: Radu Tigoianu
  Tipo: International thesis/dissertation
  Anno: 2006
  Università: Universitatea "Alexandru Ioan Cuza", Iaşi
  Facoltà: Fizică
  Corso: Fizică
  Relatore: Dorohoi Ortansa
  Lingua:
  Num. pagine: 89

Luneta Kepler, numită şi lunetă astronomică, rezultă din combinarea a două sisteme optice centrate : un obiectiv convergent cu distanţa focală F1’ , care formează imaginea reală y’ =A’B’ a unui obiect AB =y situat la distanţa S=S1, şi un ocular convergent cu distanţa focală F2’ < F1’ ,care funcţionează ca o lupă, mărind imaginea reală y’. Diametrul aparent al imaginii 2y” este maxim atunci când aceasta este situată în ”punctum remotum ”pentru ochiul emetrop F1 F2=0 si y” se formează la infinit.
Dacă pupila ochiului se află în faţa focarului F2, diametrul aparent 2y” al imaginii 2y’ este maxim atunci când 2y” se află în „punctum proximum” dar ochiul trebuie să se acomodeze şi deci oboseşte.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
2 SCURT ISTORIC AL DEZVOLTĂRII OPTICII Fenomenele luminoase au fost observate şi cercetate din timpurile cele mai vechi. Filozofi greci se preocupau cu explicarea vederii; unii dintre ei considerau că obiectele se văd datorită razelor vizuale care pornesc din ochi. Abia în secolul XI Alhazen stabileşte anatomia ochiului, arătând că lumina intră şi nu pleacă din ochi. Filozofi din Grecia antică au considerat că proprietatea fundamentală a luminii este propagarea ei rectilinie într-un mediu omogen. Până la începutul secolului al XIX-lea dezvoltarea opticii s-a bazat, în esenţă, pe ideea propagării rectilinii a razelor. Totuşi, începând din secolul al XVII-lea au fost cunoscute fapte care arătau că, în realitate, au loc unele abateri de la propagarea rectilinie a luminii. S-a observat că la trecerea luminii prin orificii foarte înguste, practicate într-un ecran opac, dincolo de ecran se observă apariţia unor franje alternativ luminoase şi întunecate. Alternanţa franjelor luminoase şi întunecate se poate observa, de asemenea, la marginea umbrei obţinute cu ajutorul unei mici surse luminoase. Propagarea rectilinie a luminii a dus în mod firesc la ideea că lumina este un flux de particule emise de o sursă. Dar această ipoteză era greu de împăcat nu numai cu faptul că razele de lumină se curbeazǎ în spatele obstacolelor, ci şi cu proprietatea acestora de a nu se perturba reciproc atunci când se intersectează. Renunţând la ipoteza particulelor luminoase, Huygens consideră că lumina este propagarea unor unde în eter, un mediu elastic care umple tot spaţiul accesibil observaţiilor noastre. Astfel, către sfârşitul secolului al XVII-lea au luat naştere două teorii ale luminii: teoria emisiei (sau teoria

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

afocal
dioptru
distanta focala
lentila
sistem optic centrat

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi