Skip to content

Il parco Est di Lucca: analisi, valutazioni e proposte

Informazioni tesi

  Autore: Sofia Roncone
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli studi di Genova
  Facoltà: Architettura
  Corso: Architettura del paesaggio
  Relatore: Gerardo Brancucci
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 89

La tesi riguarda il progetto del Parco Est di Lucca, un’area che si colloca ad est del centro storico della città, sul confine del Comune limitrofo di Capannori.

Quest’area ha un’estensione di circa 200 ettari, distribuiti linearmente, con uno sviluppo longitudinale di circa 5 km, in direzione nord-sud e trasversale di circa 500 metri, in direzione est-ovest.
Il parco, infatti, deve essere attraversato, proprio nella sua lunghezza, da un’infrastruttura, denominata Tangenziale Est, che è tutt’ora in fase di studio.
Questo parco è, insieme alla tangenziale, un’area che, concretamente, l’Amministrazione Comunale sta progettando e prevede di realizzare.
È, infatti, un intervento previsto dal Regolamento urbanistico del Comune di Lucca.

Sono venuta a conoscenza di questo lavoro, tramite il tirocinio che ho svolto presso lo studio professionale “Franchi e Lunardini partners” di Lucca, dove ho realizzato gran parte del lavoro della tesi, giungendo a presentare la mia proposta di progetto.

Per elaborare la proposta finale, sono state fondamentali le analisi del contesto dell’area e alcune valutazioni che hanno evidenziato una serie di problematiche che il progetto si propone di risolvere.
Una delle problematiche emergenti è, sicuramente, quella dell’elevata frammentarietà della Piana di Lucca.
È, infatti, un’area suburbana, ai margini del centro storico di Lucca, una “campagna urbana”, come direbbe Donadieu, un territorio agricolo periurbano, sempre più soffocato dalla dilagante espansione a macchia d’olio della città, che sta saturando i pochi spazi di risulta rimasti liberi.
Per questo le aree potenzialmente naturali sono quasi del tutto assenti e isolate tra di loro.
In passato, invece, la Piana di Lucca era ricordata come un giardino, divisa in tanti campi rettangolari che da ogni lato avevano una fila d’alberi a cui si raccordavano le viti.

Lo scopo del progetto è, quindi, quello di migliorare la rete ecologica della Piana, attraverso un sapiente sistema del verde che si propone di ricucire insieme le aree di pregio naturalistico che si trovano nell’intorno ma che sono, attualmente, isolate.

A livello locale, infine, il Parco ospita una serie di strutture sportive e ricreative, di aree gioco attrezzate, piste ciclabili., spazi per la sosta e il tempo libero e anche percorsi didattici nel tentativo di diventare un polo attrattivo per la popolazione locale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

Disponibile solo in CD-ROM.

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1. INTRODUZIONE Il paesaggio è un sistema complesso, che, come ha definito la Convenzione Europea del Paesaggio del 2000, “designa una determinata parte di territorio, così come è percepita dalle popolazioni, il cui carattere deriva dall’azione di fattori naturali e/o umani e dalla loro interrelazione”. Ciò significa che chiunque debba intervenire su ciò che ci circonda, siano architetti, geologi, ingegneri, ecc.. deve essere consapevole di avere a che fare con una materia vivente, che non è immutabile ma cambia continuamente nel corso del tempo e coinvolge i più svariati campi disciplinari, che vanno dalla geologia, biologia, botanica, architettura, ingegneria alla sociologia, storia, e filosofia. Il paesaggio è quindi una materia di studio transdisciplinare e il paesaggista è colui che è in grado di comprenderne le dinamiche grazie ad una visione di insieme, di tipo sintetico e ad intervenire su di esso nel rispetto, ripristino e valorizzazione delle risorse. Caratteristica di ogni intervento di tipo paesaggistico è l’attenzione al contesto di appartenenza di un’area di studio, cercando di migliorarne le connessioni ecologiche, la biodiversità e l’impatto ambientale, facendo propri i temi della sostenibilità ambientale. Questo lavoro tratta di una tipologia di paesaggio che si sta diffondendo sempre di più ai margini delle nostre città e cioè un paesaggio di tipo suburbano, una “campagna urbana”, come direbbe Donadieu 1 . Questi luoghi stanno diventando, sempre di più, i protagonisti della realtà attuale. Sono territori agricoli periurbani, nati dalla frammentazione dello spazio agricolo in seguito all’espansione delle città. Sono luoghi instabili, facilmente soggetti a cambiamento perché sono il risultato, spesso, delle dinamiche di trasformazione della città e potranno 1 P. Donadieu, Campagne urbane, Donzelli, 2006 3

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

Disponibile solo in CD-ROM.

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analisi macchie residuali
architettura del paesaggio
area verde
impatto ambientale
lucca
paesaggio
parco
parco est
progettazione paesistica
progettazione verde
tangenziale est

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi