Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Acustica degli spazi di piccole dimensioni e locali d'ascolto

Negli ultimi anni abbiamo assistito al rapido evolversi delle tecnologie DSP (Digital Signal Processing). Queste hanno permesso lo sviluppo di tecniche di controllo attivo applicate al processo di equalizzazione modale, note sotto il nome di Digital Room Correction (DRC). Queste, analizzando la risposta in frequenza e in fase del suono all’interno del locale, equalizzano il segnale in uscita, compensando in parte i difetti acustici dell’ambiente d’ascolto. Il loro campo di applicazione è limitato al controllo delle basse frequenze, in quanto queste possono presentare risonanze modali molto energetiche e quindi distorsive e anche perché alle frequenze più alte le tecniche di trattamento passivo sono abbastanza efficaci. Riassumendo, lo scopo di questo studio è quello di creare una sorta di guida che sia di aiuto nella costruzione di un ambiente d’ascolto domestico ad alta fedeltà. Verranno analizzati i problemi acustici che si incontrano più comunemente in ambienti di piccole dimensioni e proposte delle soluzioni per migliorarli. Saranno elencati i materiali utili a questo scopo e confrontate le loro caratteristiche acustiche.

Mostra/Nascondi contenuto.
ACUSTICA DEGLI SPAZI DI PICCOLE DIMENSIONI E LOCALI D ASCOLTO di Giacomo Vairetti Prefazione Al giorno d oggi la musica viene fruita soprattutto attraverso gli impianti di riproduzione. La maggior parte delle persone ascolta musica comodamente seduta in salotto di fronte al proprio impianto Hi-Fi. E la maggior parte di queste Ł convinta che la qualit dell ascolto dipenda quasi esclusivamente dalla bont del proprio stereo . Tuttavia un ottimo sistema Hi-Fi, se posizionato in un pessimo ambiente, non permette un ascolto ottimale della musica riprodotta. Infatti il comportamento acustico di un locale di piccole dimensioni Ł influenzato da diversi fattori, tra i quali la forma e le dimensioni della stanza, i materiali impiegati nella costruzione di pareti e pavimenti, l arredamento e la presenza di finestre. Tutti questi fattori, combinati fra loro, definiscono come, e in quale misura, il suono viene assorbito o riflesso dalle pareti e dagli ostacoli presenti nel locale. Un ambiente che presenta problemi dal punto di vista acustico pu essere migliorato intervenendo direttamente sulla struttura muraria o, piø semplicemente, applicando pannelli di materiale assorbente o riflettente alle pareti. Questi accorgimenti, per quanto efficaci, spesso non si prestano ad essere adottati all interno degli ambienti domestici. Tipicamente si ha a che fare con un locale preesistente e di dimensioni fissate, che molto raramente Ł dedicato esclusivamente alla musica. Perci , nei casi in cui non si voglia tappezzare il soggiorno con pannelli di dubbio gusto estetico, Ł possibile ricorrere alle nuove tecnologie. Negli ultimi anni abbiamo assistito al rapido evolversi delle tecnologie DSP (Digital Signal Processing). Queste hanno permesso lo sviluppo di tecniche di controllo attivo applicate al processo di equalizzazione modale, note sotto il nome di Digital Room Correction (DRC). Queste, analizzando la risposta in frequenza e in fase del suono all interno del locale, equalizzano il segnale in uscita, compensando in parte i difetti acustici dell ambiente d ascolto. Il loro campo di applicazione Ł limitato al controllo delle basse frequenze, in quanto queste possono presentare risonanze modali molto energetiche e quindi distorsive e anche perchØ alle frequenze piø alte le tecniche di trattamento passivo sono abbastanza efficaci. Riassumendo, lo scopo di questo studio Ł quello di creare una sorta di guida che sia di aiuto nella costruzione di un ambiente d ascolto domestico ad alta fedelt . Verranno analizzati i problemi acustici che si incontrano piø comunemente in ambienti di piccole dimensioni e proposte delle soluzioni per migliorarli. Saranno elencati i materiali utili a questo scopo e confrontate le loro caratteristiche acustiche. Infine si vedr come le tecnologie di elaborazione digitale del suono siano diventate di fondamentale importanza nel campo dell acustica degli spazi e della riproduzione della musica e come sia possibile realizzare un sistema correttivo per il controllo attivo delle frequenze modali.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Giacomo Vairetti Contatta »

Composta da 152 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5009 click dal 29/05/2007.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.