Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Integrazione di Gps e Gis per la gestione dei sistemi di trasporto. Applicazione alla linea ferroviaria Fnm Milano-Como.

E’ stata sviluppata, per il centro di controllo del traffico ferroviario di Saronno, un interfaccia GIS in grado di aggiornare in tempo reale la posizione dei convogli, trasmessa da ricevitori GPS installati sulle locomotive, attraverso un sistema di comunicazioni radio treno-terra.
Ciò permette il confronto con l’orario nominale, l’estrapolazione dei ritardi e la creazione di un sistema informativo per l’utenza, diffuso capillarmente via Internet/Intranet, tramite l'IMS di MapObjects.
Le funzionalità GIS consentono rapidi interventi in caso di emergenza e l’integrazione del catasto ferroviario. La visione classica a quadro sinottico è stata comunque mantenuta, con la possibilità di arricchirla con la posizione delle principali infrastrutture.
Lo studio di applicazione è stato condotto per la linea FNM Milano Cadorna - Como Lago.

Mostra/Nascondi contenuto.
Premessa 1 PREMESSA Nel settore della gestione dei sistemi di trasporto è nata da tempo l’esigenza di controllare in tempo reale flotte di veicoli in modo da rendere il servizio più efficiente. Questa attività necessita di strumenti di misura della posizione di ogni unità mobile, di un sistema di elaborazione e visualizzazione delle informazioni relative alla localizzazione della flotta sul territorio e di una rete di comunicazione tra i due elementi. Storicamente la diffusione di tecnologie sempre più avanzate ha permesso di sviluppare diversi sistemi di posizionamento tra i quali citiamo le boe ottiche e a radiofrequenza che permettono di rilevare la posizione del veicolo quando questo passa nei punti di rilevamento dislocati lungo un percorso prestabilito. Attualmente il sistema di gran lunga più promettente per la gestione di flotte in tempo reale è l’Automatic Vehicle Location (AVL) che integra la tecnologia di posizionamento satellitare (GPS) con i sistemi informativi geografici (GIS). Per localizzare la flotta vengono utilizzati dei ricevitori GPS, montati sui veicoli, che una volta calcolata la posizione inviano, attraverso un’apposita rete di comunicazione, i dati alla centrale di controllo che utilizza interfacce GIS per elaborare le informazioni e visualizzare le unità mobili sul territorio. Il sistema AVL è quindi l’insieme delle tre componenti schematizzate in figura 1. In Italia non esistono ancora applicazioni di tali sistemi in campo ferroviario. Il progetto che presentiamo è un sistema AVL per la gestione di una flotta di treni sulla linea ferroviaria Milano-Como delle Ferrovie Nord Milano. GPS GIS Rete di comunicazione Figura 1 – Schema di sistema AVL per la localizzazione dei veicoli

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Daniele Maroni Contatta »

Composta da 316 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4400 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.