Skip to content

L'immigrazione cinese in Italia e il caso della comunità di Roma

Informazioni tesi

  Autore: Alice Dente
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Studi Orientali
  Corso: Lingue e Civiltà Orientali
  Relatore: Valdo Ferretti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 184

La Cina è destinata ad essere, nei decenni a venire, il paese con il maggior numero di emigrati al mondo. La comunità cinese in Italia, pur essendosi formata in tempi piuttosto recenti, presenta caratteristiche e modalità di insediamento, organizzazione e sfruttamento del territorio molto simili a quelle delle altre comunità cinesi sparse per il mondo. Lo scopo principale di questa tesi è quello di descrivere e analizzare tali caratteristiche e di fornire un quadro generale del fenomeno migratorio cinese in Italia e della sua comunità, per poi restringere il campo e tentare un'analisi più approfondita di una realtà circoscritta, di una singola comunità, attraverso una ricerca sul campo ed un questionario come portavoce della comunità stessa.
La prima parte di questo lavoro, dopo una breve introduzione sulla nascita dell'immigrazione cinese in Europa e sulle sue modalità d'insediamento nel territorio, si occupa di fornire delle informazioni generali circa le origini, la provenienza e la storia della formazione della comunità cinese in Italia, descrivendo la zona da cui è pervenuta la maggior parte dei migranti, lo Zhejiang, e ripercorrendo i passaggi storici che hanno permesso a tale comunità di svilupparsi in così poco tempo. Il fenomeno dell'immigrazione cinese in Italia viene poi analizzato da un punto di vista giuridico, ossia attraverso i vari provvedimenti adottati da Cina e Italia per cercare di contenere il continuo movimento illegale d'immigrati, poi da un punto di vista numerico e statistico, nel tentativo così difficile di quantificare e di collocare nello spazio tale comunità.
La seconda parte descrive invece le caratteristiche sociali ed organizzative della comunità cinese che la rendono unica nel suo genere. Vengono poi analizzate le modalità d'inserimento dei cinesi nel mercato del lavoro italiano: il forte senso di imprenditorialità e lo spirito di sacrificio e di autosfruttamento che gli immigrati cinesi si impongono, fanno del loro modo di affrontare il lavoro in Italia un aspetto fondamentale della loro esperienza migratoria che li contraddistingue fortemente dalle altre comunità straniere presenti nel nostro paese.
La terza ed ultima parte di questo studio si è concentrata sull’analisi della comunità cinese di Roma per i seguenti motivi: per analizzare più da vicino ed in maniera più concreta una singola realtà di un fenomeno così vasto; per l’importanza che la capitale ricopre da un punto di vista numerico nel movimento migratorio cinese in Italia; infine, per motivi strettamente legati allo studio di questa specifica comunità in quanto, fino ad oggi, non è stata effettuata ancora alcuna ricerca completa ed accurata sugli immigrati cinesi che vivono a Roma. Inoltre, ricordiamo che il Lazio si presenta come la terza regione italiana, dopo Lombardia e Toscana, ad ospitare il maggior numero di immigrati provenienti dalla Cina: nel 2001, nel Lazio, infatti, soggiornavano regolarmente 6.259 cinesi, ossia ben il 10,64% degli immigrati cinesi in tutta la penisola, e di cui il 96% situati a Roma.
Per avere un quadro preciso della vita, le abitudini ed i problemi che affrontano gli immigrati cinesi a Roma, è stato preferito l’uso di un questionario in quanto ritenuto lo strumento più adatto per raggiungere tale scopo: esso è stato distribuito ai negozianti cinesi del quartiere Esquilino (Roma centro), considerati fra gli immigrati della comunità cinese maggiormente integrati, almeno a prima vista, da un punto di vista economico e sociale, nella realtà locale romana.
Lo scopo del questionario e’ stato quello di ottenere un'immagine concreta e precisa dell' ”immigrato-tipo”, di conoscere il suo rapporto con la città e con gli italiani direttamente attraverso gli occhi dello stesso immigrato, per comprendere se , in seguito al successo economico, sia arrivata anche un’integrazione di tipo sociale. I risultati raccolti sono molto interessanti e rispecchiano in buona parte la condizione di tutti gli immigrati cinesi sparsi nel territorio italiano: pur possedendo, oramai, un benessere economico maggiore delle altre comunità di immigrati, allo stesso tempo, gran parte di essi faticano ancora, a livello sociale, ad essere integrati ed accettati dalla popolazione locale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE: DALLA CINA IN EUROPA Secondo le stime più recenti il numero di individui di nazionalità cinese attualmente residenti nel territorio dell’Unione Europea è pari a circa 215.200 unità, delle quali 60.000 si trovano stabilite in Italia, 50.000 in Germania e 80.000 rispettivamente tra Francia, Spagna e Regno Unito 1 , senza contare che il numero lieviterebbe di molto se si prendessero in considerazione anche quegli immigrati che si trovano sul suolo europeo ma che sono sprovvisti di permesso di soggiorno, essendovi entrati con mezzi illegali, e quindi non facilmente recensibili. Questa cifra è inoltre destinata ad aumentare 2 : si stima infatti che nel 2000- 2050 la Cina sarà uno dei maggiori paesi di emigrazione con circa 303 mila emigrati all’anno, e l’Europa uno dei maggiori poli migratori del mondo, così come lo è al giorno d’oggi. In Europa infatti si trova esattamente un terzo dei migranti del mondo: è ormai da tempo che il nostro continente costituisce un luogo di attrazione e assieme un ideale di salvezza per tutte le popolazioni meno sviluppate e del Terzo Mondo. 1 Fonte: Dossier Statistico Immigrazione Caritas/Migrantes, 2003. Elaborazione su censimento ONU dell’Ottobre 2002. 2 Fonte: censimento ONU dell'Ottobre 2002: vedi nota n° 1.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi