Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Luci ed ombre di Richard Gary Brautigan

La prima volta che si viene in contatto con i racconti di Richard Brautigan, sembra che qualcuno stia scherzando. E’ possibile che un autore creativo e brillante scriva solo per lo scopo di far ridere senza riflettere? Se uno scrittore è colui che guarda con particolare attenzione la realtà che ci circonda, Brautigan guarda tutto attraverso un paio di occhiali a raggi x. Analizzando tre opere che sembrano sfiorare l’assurdo, si scopre un mondo variegato ma complesso, ricco di luci, colori, humor ma che alla fine lascia con la classica sensazione di amaro in bocca.
Le luci e le ombre di Richard Brautigan sono i due volti classici della stessa medaglia per cui da un lato si apprezzano la sperimentazione, le improbabili metafore, le situazioni fuori dal comune mentre dall’altro lato si riflette sulla condizione dell’uomo nella società moderna.
L’errore più grosso che si possa fare parlando di Brautigan, è quello di etichettarlo come appartenente a qualche genere o corrente letteraria.
Attraversando gli anni Sessanta, Brautigan entra nel periodo della contestazione senza mai sentirsene particolarmente catturato. Cerca di essere voce libera e fantasiosa in una America in piena rivoluzione culturale.La rivoluzione che interpreta Brautigan in Trout fishing in America, Dreaming of Babylon e The Hawkline monster è legata alla perdita della libertà di azione e di pensiero. Trout fishing in America è la continua ricerca di spazi aperti e puri, non solo per pescare ma anche per riflettere. Dreaming of Babylon è un racconto bidimensionale che offre una seconda realtà a chi non è soddisfatto di quella che ha. The Hawkline monster cerca un misterioso mostro che entra nella mente delle persone e le fa agire a suo proprio piacimento. Se un americano non ha spazio, non vive serenamente la propria esistenza ed è costretto nelle sue scelte, come può essere un perfetto prodotto della democrazia?
Servendosi di generi distorti e tradizioni letterarie oramai consolidate, Brautigan affronta la crisi di un uomo che non riesce ad accettare imposizioni e che di conseguenza non riesce ad adattarsi ad una società che pretende da lui la perfezione. Brautigan porta avanti in chiave psichedelica una poetica dell’ alienazione: il suo narratore vede la realtà con distacco, attraverso sue proprie rappresentazioni ed è diverso dagli altri personaggi perché sa di essere il solo a porsi determinate problematiche.
Forse a Brautigan non piaceva l’idea di essere un autore in qualche modo serio a primo impatto, perciò prima di arrivare al senso dei suoi racconti bisogna levare la patina di sarcasmo e pensare che dietro l’assurdo c’è lo studio di un’artista al di sopra delle righe.
In Brautigan entra tutto quello che la giovane società americana targata anni Sessanta portava: amore libero, musica rock, droghe, pacifismo, ecologia, Pop-Art. Per ciò inserire delle opere d’arte all’interno di questo lavoro serve a capire che con questo autore si può lavorare anche attraverso associazione d’immagini.
La narrativa di Richard Brautigan è creativa per chi la legge: la mente si apre,riflette, si diverte e se si ascoltano i Grateful Dead come colonna sonora delle imprese assurde di qualche personaggio brautiganiano, ci si rende conto che l’arte, la musica e la letteratura sono legate fra loro da un filo molto sottile.Nel primo capitolo del presente lavoro, si analizza la figura di Brautigan nel panorama degli anni Sessanta e si vedono le possibili e improbabili classificazioni all’interno dei movimenti culturali.
Nel secondo capitolo si vede il rapporto tra il racconto Dreaming of Babylon: a Private Eye Novel 1942 e le detective stories classiche, la particolarità del detective di Brautigan e della sua dimensione alternativa.
Nel terzo capitolo il racconto The Hawkline monster: a gothic western viene trattato attraverso la trasformazione parodica dei generi western e gotico e si vede come le manipolazioni dell’autore servono a trasmettere un importante messaggio.
Nel quarto e ultimo capitolo si analizza il racconto più ricco e complesso di Brautigan, Trout fishing in America. Qui arriva tutta la sua particolarità, si vede il rapporto con la tradizione, l’idea di metafora, i forti contrasti tra amore e morte, i deliri del personaggio Kool-Aid wino, ma soprattutto come Brautigan con una lenza pesca l’America.
Questo lavoro non ha la pretesa di rivalutare una figura fraintesa, cerca di illuminare alcuni lati nascosti dal surreale umorismo di Brautigan, perché in fondo dietro il comico si nasconde sempre una nota di tragico. Tragico come il colpo di pistola che questo singolare personaggio sparò contro se stesso ponendo fine ad una vita che con molta probabilità avrebbe voluto con più luci e meno ombre.

Mostra/Nascondi contenuto.
9 -INTRODUZIONE- La prima volta che si viene in contatto con i racconti di Richard Brautigan, sembra di essere palesemente presi in giro. E’ possibile che un autore creativo e brillante scriva solo per lo scopo di far ridere senza riflettere? Se uno scrittore è colui che guarda con particolare attenzione la realtà che ci circonda, Brautigan guarda tutto attraverso un paio di occhiali a raggi x. Analizzando tre opere che sembrano sfiorare l’assurdo, si scopre un mondo variegato ma complesso, ricco di luci, colori, humor ma che alla fine lascia con la classica sensazione di amaro in bocca. Le luci e le ombre di Richard Brautigan sono i due volti classici della stessa medaglia per cui da un lato si apprezzano la sperimentazione, le improbabili metafore, le situazioni fuori dal comune mentre dall’altro lato si riflette sulla condizione dell’uomo nella società moderna. L’errore più grosso che si possa fare parlando di Brautigan, è quello di etichettarlo come appartenente a qualche genere o corrente letteraria. Attraversando quasi indennamente gli anni Sessanta, Brautigan entra nel periodo della contestazione senza mai sentirsene particolarmente catturato. Cerca di essere voce libera e fantasiosa in una America in piena rivoluzione culturale. La rivoluzione che interpreta Brautigan in Trout fishing in America, Dreaming of Babylon e The Hawkline monster è legata alla perdita della libertà di azione e di pensiero. Trout fishing in America è la continua ricerca di spazi aperti e puri, non solo per pescare ma anche per riflettere. Dreaming of Babylon è un racconto bidimensionale che offre una seconda realtà a chi non è soddisfatto di quella che ha. The Hawkline monster cerca un misterioso

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Flavia Franzese Contatta »

Composta da 75 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 781 click dal 05/06/2007.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.