Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le paure in età evolutiva: uno studio empirico in Valle Camonica sulla trasmissione delle paure dai genitori ai figli

Il presente lavoro di ricerca vuole indagare le paure in età evolutiva e la loro possibile trasmissione dai genitori al figlio. La paura accompagna il naturale processo evolutivo del bambino iscrivendosi nel suo normale sviluppo psichico. L'evoluzione della paura dipende oltre che dall'organizzazione cognitiva del bambino, anche dalle risposte fornite dagli adulti nel ruolo di figure rassicuranti e affidabili che conferiscono stabilità emotiva e crecsita armonica. Nasce l'esigenza di compiere degli studi approfonditi sul contesto relazionale nel quale il bambino è inserito, in quanto la famiglia è il nucleo primario per lo sviluppo del figlio, dal momento che egli costruisce la propria identità personale e relazionale sulla base degli scambi affettivi ed interattivi con i genitori.
Il campione è composto da 307 bambini frequentanti la terza, quarta, quinta elementare, 172 mamme e 165 papà. Gli strumenti utilizzati fan riferimento a questionari sulle paure proprie e percepite nei confronti del figlio e al livello d'ansia di stato e di tratto espressi. I risultati confermano la trasmissione delle paure dalla madre al figlio, le paure dei bambini della montagna sono diverse dal campione della città e l'ansia paterna predice un maggior numero di paure nel bambino. E' importante rivalutare il ruolo del padre come gnrante dello sviluppo del figlio, proprio a partire dalla scuola elementare.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE La paura accompagna il naturale processo evolutivo del bambino, iscrivendosi nel suo normale sviluppo psichico e si evolve configurandosi come un vero e proprio sistema emotivo di particolare rilevanza e complessità. Essa assume il significato di una articolata modalità messa in atto dal bambino per relazionarsi all’ambiente ed esplorarlo contenendo i rischi. Nello sviluppo del bambino, si presentano vari tipi di paure che caratterizzano le fasi della sua crescita. Dal momento che la paura è una emozione primaria naturale, è necessario riconoscerla e affrontarla, permettendo al bambino di superarla e procedere nel suo percorso evolutivo. Una incapacità nel gestire le paure infantili può portare all’insorgenza di problemi che potrebbero influire sulla vita sociale e personale che il bambino sta costruendo. Le paure sono episodi frequenti e comuni, cambiano in base all’età e se nell’infanzia ci si trova di fronte a paure di tipo irrazionale, crescendo, esse divengono più complesse ed articolate, interessando la sfera sociale e relazionale. La maggior parte delle paure dei bambini possono definirsi ”fisiologiche”, quindi transitorie e tipiche di un normale sviluppo psicologico, alcune possono trasformarsi in “patologiche” assumendo dimensioni e intensità tali da ostacolare la maturazione del bambino, intralciandone lo sviluppo. Quando la paura persiste si parla di fobie, ossia paure ingiustificate di un oggetto o di una situazione, il contatto con i quali determina una intensa reazione di angoscia. L’evoluzione di una paura dipende, oltre che dall’organizzazione cognitiva del bambino, anche dalle risposte fornite dagli adulti nel ruolo di figure rassicuranti e affidabili che conferiscono stabilità emotiva e crescita armonica. Dal momento che l’argomento è attuale e quotidiano, risulta interessante approfondirne la conoscenza, dando un contributo alle ricerche già esistenti in merito, per accostarsi in modo più efficace al bambino, al suo mondo e alle sue difficoltà.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Psicologia

Autore: Paola Gandellini Contatta »

Composta da 176 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4019 click dal 05/06/2007.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.