Skip to content

Comunidad Andina

Informazioni tesi

  Autore: Alessandro Paolillo
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Salerno
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Piero Pennetta
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 105

L’obiettivo di questo lavoro è quello di ripercorrere tutte le fasi che hanno segnato l’evoluzione della Comunidad Andina e di tracciare un bilancio attraverso l’analisi dei risultati sinora conseguiti e degli obiettivi da raggiungere.
L’Accordo di Integrazione Subregionale Andino, forma di cooperazione regionale, trova la sua origine nel trattato sottoscritto a Cartagena de Indias nel 1969 da Bolivia, Ecuador, Colombia, Perù, e Cile. Vide l’adesione del Venezuela nel 1973 ed il ritiro del Cile nel 1976.
Nel giugno del 1997, attraverso un protocollo modificatorio dell’Accordo di Cartagena (Protocollo di Trujillo) nasce la Comunidad Andina (CAN) che introduce alcuni importanti cambiamenti nella sua struttura istituzionale.
Attualmente sono quattro gli stati membri de la CAN: Bolivia, Colombia, Ecuador e Perù a cui si è aggiunto di recente, come membro associato, il Cile. Il Venezuela si è ritirato nell’aprile del 2006 aderendo all’altra organizzazione latino-americana del MERCOSUR.
La motivazione all’origine del Patto Andino era, soprattutto, economica e commerciale ma, con l’avanzamento del processo d’integrazione e con lo sviluppo di organi ed istituzioni sovranazionali, il discorso si è allargato ad aspetti politici e sociali anche se questi ultimi hanno occupato una posizione marginale nell’agenda politica degli Stati Membri.
Come si vedrà, l’attuale Comunidad Andina si inserisce nel contesto del “regionalismo aperto o nuovo regionalismo” che si sviluppò in America Latina alla fine degli anni ottanta ed esprime il rinnovamento e la nascita di accordi di integrazione regionale. Questo nuovo regionalismo latinoamericano si caratterizza per il perseguimento della liberalizzazione commerciale e la realizzazione di progetti di integrazione economica, politica e sociale. Il nuovo regionalismo è un fenomeno multidimensionale (risulta difficile tracciare una linea di divisione chiara tra aspetti politici ed economici); esteso (per la quantità di soggetti ai quali si applica o si può applicare il termine); variabile (la partecipazione di uno stesso paese in diversi processi regionali interni all’America Latina e non). Nelle pagine che seguono, analizzeremo in dettaglio i trattati sui quali si basa la Comunidad Andina, e avremo modo di constatare che l’integrazione nella subregione, teoricamente è un progetto esistente. Esiste un’ istituzionalizzazione sovranazionale ma, il suo funzionamento è, fondamentalmente, di carattere intergovernamentale.
A parte l’aspetto economico e commerciale, il programma subregionale andino prevede posizioni comuni in materie come la politica estera, diritti umani, lotta contro la droga ed il narcotraffico, attuazione di un programma sociale e di uno sviluppo sostenibile. Tuttavia, l’integrazione viene frenata da alcune forze che agiscono controcorrente come la presenza di priorità divergenti dei Paesi Membri, reticenze nel cedere alcune competenze nazionali, scarsa partecipazione dei cittadini al processo d’integrazione.
Queste osservazioni troveranno fondamento all’interno di questo lavoro, attraverso l’analisi dettagliata del sistema istituzionale e giuridico della Comunidad Andina ed effettuando, infine, una comparazione con gli elementi costitutivi del modello al quale si ispira maggiormente: l’Unione Europea.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 PREMESSA L obiettivo di questo lavoro Ł quello di ripercorrere tutte le fasi che hanno segnato l evoluzione della Comunidad Andina e di tracciare un bilancio attraverso l analisi dei risultati sinora conseguiti e degli obiettivi da raggiungere. L Accordo di Integrazione Subregionale Andino, forma di cooperazione regionale, trova la sua origine nel trattato sottoscritto a Cartagena de Indias nel 19691 da Bolivia, Ecuador, Colombia, Perø, e Cile. Vide l adesione del Venezuela nel 1973 ed il ritiro del Cile nel 1976. Nel giugno del 1997, attraverso un protocollo modificatorio dell Accordo di Cartagena (Protocollo di Trujillo2) nasce la Comunidad Andina (CAN) che introduce alcuni importanti cambiamenti nella sua struttura istituzionale. Attualmente sono quattro gli stati membri de la CAN: Bolivia, Colombia, Ecuador e Perø a cui si Ł aggiunto di recente, come membro associato, il Cile3. Il Venezuela si Ł ritirato nell aprile del 2006 aderendo all altra organizzazi one latino-americana del MERCOSUR.4 La motivazione, all origine del Patto Andino, era, soprattutto, economica e commerciale ma, con l avanzamento del processo d integrazione e con lo sviluppo di organi ed istituzioni sovranazionali, il discorso si Ł allargato ad aspetti politici e sociali anche se 1 Acuerdo de Integracion Subregionale Andino (Acuerdo di Cartagena), Cartagena de Indias 26.5.1969 2 Protocollo de Trujillo, Trujillo (Perø) 10.3.1996 3 Decision 645-Otorgamento de la condicion de pais membro asociado de la Comunidad Andina a la Repubblica del Chile- New York 20.09.2006 ( http://www.sice.oas.org/trade/JUNAC/Decisiones/Dec645s.doc) 4 Il motivo del ritiro del Venezuela dalla Comunidad Andina Ł dovuto alla stipula di trattati di libero commercio da Parte di Colombia e Perø con gli USA. Per ulteriori informazioni sull argomento: http://www.granma.cu/italiano/2006/abril/

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

accordo d'associazione can-ue
accordo d'integrazione subregionale
acuerdo de cartagena
acuerdo de trujillo
america latina
bolivia
camre
carta andina
colombia
comunidada andina
costituzioni dei paesi membri
ecuador
mercosur
open regionalism
ordinamento andino
organi ed istituzioni andine
patto andino
perù
rapporti can-usa
sai
tariffa esterna comune
trattamento preferenziale
tribunale di giustizia andino
venezuela

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi