Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Riforma degli incentivi alle imprese e finanza agevolata

Excursus normativo sui finanziamenti agevolati con analisi comparata della normativa comunitaria: dalla Legge 488 al decreto sulla competitività. Analisi dell'evoluzione storica delle leggi e rapporti della legge statale con le fonti sovraordinate quali la Costituzione e la legge comunitaria.

Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO I Finanza Agevolata: quadro sistematico 1.1 Premessa Per “finanza agevolata”, si intende l’insieme degli investimenti a favore delle imprese che agevolano lo sviluppo di progetti, in termini di copertura del fabbisogno finanziario, affiancando l’impresa durante tutte le fasi necessarie all’ottenimento delle agevolazioni. Possiamo, quindi, definire la finanza agevolata come qualsiasi strumento a disposizione delle imprese in termini di “vantaggio competitivo”, tale da incidere positivamente sullo sviluppo aziendale 1 . Nella definizione di “aiuto di stato” rientra, quindi, ogni forma di trasferimento di risorse dal soggetto pubblico all’impresa privata che procuri un vantaggio nei confronti delle altre imprese. 1 Per un’analisi generale dell’argomento, vedi M. PALOMBO - C. APRILE, Manuale di finanza agevolata incentivi nazionali, programmi comunitari e fondi strutturali, serie Guide Operative, Edizioni Ipsoa, Milano, 2001. 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Gabriella Natale Contatta »

Composta da 135 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2522 click dal 05/06/2007.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.