Skip to content

Corporate Philanthropy e Corporate Fundraising: Il caso della U.I.L.D.M. Onlus di Bologna

Informazioni tesi

  Autore: Simona Biagi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Facoltà di Economia (sede Forlì)
  Corso: Economia delle imprese cooperative e organizzazioni non profit
  Relatore: Federica Bandini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 71

Le attività di Corporate Philanthropy comprendono le modalità con cui imprese e organizzazioni non profit stabiliscono partnership reciprocamente vantaggiose, è uno degli strumenti con cui valutare il Social Commitment dell’impresa nei confronti di uno stakeholder particolare che è la Comunità di appartenenza. Se le più grandi imprese italiane sono consapevoli che alti traguardi competitivi si giocheranno su nuovi elementi non direttamente correlati alle dinamiche economiche e quindi sarà fondamentale ridisegnare un nuovo ruolo all’interno dell’ambiente di riferimento, tuttavia la maggior parte delle piccole-medie imprese, sono ancora orientate ad una Philanthropy di beneficenza o a politiche di charity strumentali dettate da necessità contingenti, dove l’attività di Giving dell’impresa è distaccata dal suo processo di business.
Oggi dove la ricchezza e concorrenzialità di un’impresa dipende sempre di più dai suoi asset intangibili (da una recente indagine-tratta dal saggio“Philanthropy and Business: The Changing Agenda”, redatto da Sophia A. Muirhead della associazione The Conference Board nel Maggio 2006-più di un terzo delle aziende intervistate hanno dichiarato che nel 2006 “misurare i risultati” è la più grossa sfida che si pone nell’affrontare programmi di donazioni aziendali) diventa fondamentale introdurre metodologie di valutazione dei benefici intangibili derivanti dalle pratiche di giving dell’impresa.
Per un loro consolidamento delle attività di giving nell’impresa è necessario non solo una loro migliore gestione, ma anche offrire alle imprese nuove modalità strategiche di realizzazione di partnership con le istituzioni non profit, che si strutturino in programmi sistematici, innovativi,capaci di offrire un valore aggiunto visibile alle funzioni fondamentali dell’impresa, come la gestione del Marketing e delle Risorse Umane.
Un esempio è costituito dall’area dell’Employee Support e un numero sempre maggiore di imprese ha stabilito al suo interno programmi di Matching Gifts per propri dipendenti.Un aspetto innovativo dei programmi di matching gift è il loro connubio con i programmi di Corporate Voluteering, dove l’impresa attraverso una comunicazione istituzionale invita i suoi dipendenti a dedicare alcune ore di lavoro retribuite all’attività di volontariato.
Perché queste pratiche si consolidino dovranno diventare uno strumento integrante la mission aziendale, le imprese dovranno essere capaci di allineare i loro programmi di investimento nella Comunità agli obiettivi aziendale e necessariamente organizzare queste attività in strutture definite.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE L’ambiente economico sta conoscendo profondi mutamenti ed è crescente la consapevolezza di tutti gli attori economici che si stia verificando uno spostamento da un’economia industriale ad un’economia basata sull’informazione e la conoscenza. Le imprese comprendono che i requisiti per un maggior successo e per essere concorrenziali si dovranno fondare sempre di più sull’attenzione al bilanciamento degli interessi degli stakeholders interni ed esterni, considerando strategica l’instaurazione di rapporti più intensi con clienti, fornitori, lavoratori, ma soprattutto con le comunità e tutti gli attori sociali. Tale consapevolezza è evidente se si considera che nel 2003 quasi il 70% delle aziende italiane ha finanziato almeno un’iniziativa di carattere sociale, con una crescita decisamente consistente rispetto al 2001–02: prevalentemente gli investimenti finanziari si sono orientati verso iniziative di solidarietà sociale e azioni umanitarie (84%), insieme all’organizzazione di mostre ed eventi culturali (44%). Gli strumenti per raggiungere nuovi traguardi competitivi non riguardano solo l’adozione di un codice etico come strumento per una gestione equa ed efficace delle transazioni e delle relazioni umane e per sostenere la reputazione dell’impresa; o la redazione del bilancio sociale aziendale per comunicare dati quantitativi e qualitativi sulle numerose attività svolte dall’impresa, evidenziando la missione dell’impresa, il suo orientamento valoriale e l’assunzione consapevole della Responsabilità Sociale. Sempre di più lo sviluppo delle capacità e della motivazione delle risorse umane interne all’azienda diventa fondamentale, anche perché, attualmente, una delle sfide più ardue per le imprese è saper individuare, attrarre e trattenere personale qualificato. La grande maggioranza delle aziende ha promosso, nel corso dello scorso anno, azioni e iniziative a favore del personale, principalmente organizzando attività di formazione (49%), migliorando le condizioni di sicurezza sul luogo di lavoro (14%) ma anche monitorando il clima organizzativo in termini motivazionali, relazionali (12%) e comunicativi (8%). La capacità di creare relazioni con gli enti di carattere sociale del territorio coinvolgendo il personale dipendente, rende possibile una crescita ed un miglioramento del loro morale e della loro senso di appartenenza all’impresa.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi