Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

''Arrivare al cuore dell'uomo'' - Promozione della salute e riduzione del rischio cardiovascolare

Il lavoro da me svolto vuole avere l'obiettivo di sensibilizzare l'opinione pubblica su tutte le malattie cardiovascolari sulle loro manifestazioni e soprattutto su come sia possibile intervenire o meglio prevenire tali malattie cominciando già da un'età infantile.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Il lavoro che mi accingo ad intraprendere, è rivolto allo studio delle malattie cardiovascolari. All’interno di esso, verranno prese in considerazione alcune definizioni che risultano fondamentali ed anche strettamente specifiche soprattutto nel campo medico. L’idea fondamentale è quella di studiare il fenomeno con le relative cause, con i relativi fattori di rischio;vedere che incidenza hanno sulla popolazione per poter trarre delle conclusioni, in base alla quale sarà possibile definire dei piani di prevenzione ed intervento sulle varie situazioni rilevanti. Un contributo efficace, è dato sicuramente dal Ministero della Salute che ha attuato e finanziato un programma di ricerca sull’analisi dello stato di salute nel contesto demografico del nostro Paese. Lo studio approfondito della mortalità evitabile e delle sue cause, è volto ad acquisire le informazioni epidemiologiche che possono orientare interventi di prevenzioni mirati e tesi a limitarla. Una causa di morte è detta “evitabile”, quando si conoscono interventi capaci di ridurre il numero di decessi da essa provocati; ci si riferisce di solito a morti in età non avanzata.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Mariafederica Amico Contatta »

Composta da 169 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 21336 click dal 12/06/2007.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.