Skip to content

Le rimesse come potenziale strumento per lo sviluppo del paese d'origine del migrante

Informazioni tesi

  Autore: Claudia Pompermaier
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Trento
  Facoltà: Economia
  Corso: Relazioni internazionali
  Relatore: Giuseppe Prof. Folloni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 132

Il processo migratorio è un fenomeno che difficilmente può essere trascurato, sia a causa della sua dimensione, sia per i risvolti politici, economici e sociali che lo accompagnano.
Dal confronto tra i dati ufficiali e quelli forniti da inchieste effettuate da diversi istituti di ricerca si può osservare tuttavia che il fenomeno assume dimensioni altamente superiori a quelle proposte da fonti ufficiali che non includono le rimesse spedite in patria attraverso mezzi formali atipici o in modo assolutamente informale. Analizzando le molteplici possibilità a disposizione di uno straniero per inviare denaro in patria, risulta chiaro che spesso la scelta di una via informale è la più conveniente e in alcuni casi l’unica possibile, anche se in molti casi sembra essere la meno sicura. Le reti formali, infatti, difficilmente ricoprono tutto il territorio di destinazione e impongono dei costi spesso molto alti. Questo rappresenta un problema che deve essere affrontato se si vuole garantire un facile accesso agli strumenti finanziari che sono offerti solitamente dagli istituti bancari e quindi favorire un utilizzo di queste risorse in maniera produttiva.
Al riguardo, un’attenta indagine sulle proposte offerte dagli istituti finanziari permette di comprendere come gli enti privati possano intervenire per aiutare i migranti a migliorare le condizioni della loro famiglia e quelle del loro paese. Da qualche anno molte banche dei paesi più industrializzati stanno cercando di includere questi soggetti nel loro mercato. Tale novità sta portando dei vantaggi sia alle banche che ai singoli individui: l’istituto bancario può accrescere le sue reti di contatti a livello internazionale e trovare dei nuovi clienti, a volte con un alto potenziale di profitto; i migranti, invece, entrando nel sistema bancario, accedono a prodotti finanziari capaci di valorizzare i loro risparmi e di canalizzare le rimesse verso usi anche produttivi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione: Le rimesse come potenziale strumento per lo sviluppo del Paese di origine del migrante Il processo migratorio Ł un fenomeno che difficilmente pu essere trascurato, sia a causa della sua dimensione, sia per i risvolti politici, economici e sociali che lo accompagnano. Nel 1960 le persone che vivevano in un paese diverso da quello di nascita erano 76 milioni. Nel 2005, dopo solo quarantacinque anni, il numero Ł quasi triplicato raggiungendo i 191 milioni e rappresenta quasi il 3% di tutta la popolazione mondiale (Caritas/Migrantes, 2006). Tale processo, che ancora troppo spesso Ł considerato come un costo e responsabile di squilibri all interno della societ , in realt p u rappresentare un importante opportunit per generare progresso e sviluppo in mo lti settori, da quello economico, a quello culturale e politico (UN, 2006). Gli effetti generati dal questo fenomeno assumono una grande importanza in particolar maniera nei paesi a piø basso reddito dai quali provengono l 82% dei migranti. Calcoli della World Bank stimano che un incremento dello stock dei lavoratori migrati da paesi in via di sviluppo a paese industriali di almeno il 3% entro il 2025 potrebbero dar luogo ad una crescita economica per i paesi piø poveri dell 1,8% (Global Economic Prospect, 2006). Per raggiungere tali aspettative, un ruolo da protagonista lo assumono le rimesse inviate dai migranti ai familiari o alla comunit d i origine, il cui ammontare totale Ł triplicato negli ultimi quindici anni, raggiungendo la cifra record di 232 miliardi di dollari nel 2005, di cui ben il 70% Ł rappresentato da rimesse verso i paesi in via di sviluppo. Oggi il loro valore ha quasi raggiunto l ammontare degli investimenti diretti esteri che rappresentano la prima fonte di finanziamento esterna per i paesi piø poveri, mentre ha superato nettamente gli aiuti ufficiali allo sviluppo (Global Economic Prospect, 2006) 1. 1 Le stime sono relative al flusso formale di rimesse. Si tenga presente che considerando il flusso informale la loro importanza accresce ulteriormente.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

carte prepagate
costidi trasferimenti monetari
diaspora
fondi di garanzia
fondi di stat up
hawala
hta
inclusione finanziaria
microcredito
migrant banking
migrazione
mto
rimesse
sviluppo economico

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi