Skip to content

L'e-commerce e la situazione italiana

Informazioni tesi

  Autore: Massimo Finazzi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1998-99
  Università: Università degli Studi di Bergamo
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria gestionale
  Relatore: Andrea Salanti
Coautore: Finazzi Roberto
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 532

Una tesi sul commercio elettronico ha necessariamente a che fare con una letteratura di settore quanto mai frammentata e disomogenea, specchio fedele della poca chiarezza negli standard e nelle definizioni: molti i rapporti di società di consulenza tesi a dimostrarne la crescita esponenziale, molti i Report ufficiali di istituzioni governative a sottolineare l’importanza di un quadro politico chiaro e ricco di incentivi a favore di questo nuovo mercato, ma poche le analisi approfondite e rigorose del fenomeno. Uno dei motivi a fondamento della tesi è proprio la necessità di riunire, scremare, ma soprattutto ricercare un filo logico in questo tipo di pubblicazioni.
Vero è che le potenzialità del commercio elettronico si sono rivelate immense. Il terzo capitolo include, a tal proposito, un riepilogo delle previsioni di crescita del settore effettuate dalle maggiori società di consulenza americane. I valori sono tali per cui l’e-commerce entro breve potrebbe rappresentare il 15 per cento delle vendite al dettaglio su scala globale e circa la metà di quelle ottenute con il direct marketing. In meno di dieci anni!
Numerose sono le aziende il cui valore è maturato dal nulla per poi incrementarsi, insieme al fatturato, a tassi di crescita impensabili, tant’è che alcune di esse hanno già sorpassato in capitalizzazione aziende storiche e consolidate sui mercati internazionali come Ford, Coca-Cola o Gillette. Ciò ha alimentato attese di crescita e di miglioramento della produttività, tanto da indurre la Borsa a speculazioni fortissime, nonché gli economisti a teorizzare la nascita di un nuovo ciclo economico. Ripercussioni in tal senso sono realtà di fatto nei mercati dei prodotti digitali o digitalizzabili (software, biglietti, musica) e dei servizi (home-banking, assicurazioni), direttamente trasmissibili in rete. Nei settori dei prodotti tangibili ricadute così marcate si avranno comunque a breve.
Fra le tematiche trattate, un posto a sé va ai benefici, soprattutto in termini di possibilità di estendere la propria dimensione d’azione su scala internazionale e di risparmiare tempo ottimizzando i processi. Parimenti importanti sono la possibilità di personalizzazione dell’offerta e la sua più efficiente aggregazione con la domanda.
Questioni da analizzare sono, invece, quelle relative alla presunta disintermediazione attuabile con la rete e al vantaggio competitivo dei first mover. Altro spazio è dedicato alle problematiche ancora aperte nel contesto in cui nasce l’e-commerce, quali la tariffazione, la sicurezza, la convergenza fra Internet e altre forme di comunicazione.
Infine, viene presa in esame una segmentazione geografica, dalla quale emergono le diversità esistenti tra le varie regioni del mondo (in particolare America ed Europa) sia a livello strutturale che politico, con particolare attenzione alla piccola/media impresa. In questa analisi, lo spazio maggiore è dato alla situazione italiana, analizzata alla luce delle tematiche considerate.
Fa seguito una serie di interviste rivolte ai rappresentanti di 13 tra le maggiori società di e-commerce avviate in Italia. Si tratta di (in ordine alfabetico): Banca Sella, Direct.it, Ducati, GeinaLLOYD, IBM, Il Sole-24 Ore, ItaliaOnLine, Kataweb, Peck, Poligrafica San Faustino, QXL.it, Siemens Informatica, Vitaminic. Tali testimonianze, provenienti da chi fa e-commerce, rappresentano il fulcro della tesi, in quanto permettono di verificare la validità delle teorie esposte.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione _________________________________________________________________________________ 1 INTRODUZIONE Una tesi sul commercio elettronico ha necessariamente a che fare con una letteratura di settore quanto mai frammentata e disomogenea, specchio fedele della poca chiarezza negli standard e nelle definizioni: molti i rapporti di società di analisi e consulenza dimostranti la crescita esponenziale del mercato, molti i Report ufficiali da parte di istituzioni governative tesi a sottolineare l’importanza di un quadro politico chiaro, uniforme e pieno di incentivi verso l’e-commerce, ma poche le analisi approfondite e rigorose del fenomeno. Uno dei motivi primari dietro a questa tesi è proprio la necessità di riunire, scremare, amalgamare, ma soprattutto ricercare un filo logico in questo tipo di pubblicazioni: un lavoro che si è reso ancora più necessario quando ci siamo trovati davanti ad una vera e propria pletora di titoli, da parte dei più affermati quotidiani e periodici italiani, di un livello a dir poco esilarante. Ecco alcuni esempi scelti entro un arco temporale ristretto, tanto per regalare un sorriso prima di affrontare analisi, si spera, un po’ più serie: ξ da un lato, la stampa ‘trionfalistica’, che tenta di suscitare nel lettore il desiderio di conoscere Internet puntando su ciò che è più facilmente appetibile: il successo. ‘Fare soldi con Internet’ L’Espresso, 30/09/99; ‘Imprenditore su Internet a 12 anni’, Il Corriere della Sera, 06/10/99; ‘Vola la Borsa, più soldi, più lavoro. E’ ora di scommettere su Internet. Ecco le occasioni irripetibili’ Panorama, 18/11/99; ‘La classifica dei 40 miliardari under 40 pubblicata dalla rivista “Fortune” è un vero e proprio inno al successo del business “nuove tecnologie” servizio DoItYourNews- Nella Rete, per gli abbonati a Tin.it, ottobre 1999. Significativa è parsa anche la Mercedes V-class presentata allo SMAU ’99, in quanto dotata di esclusivo set di ufficio mobile IBM incorporato nell’autovettura sotto lo slogan ‘That’s e-business in automotive’

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi