Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La misurazione dei rischi operativi nelle banche italiane quotate.

La tesi è volta all'approfondimento di una particolare tipologia di rischio: l'operational risk.
Il lavoro si articola in tre capitoli:
Nel primo si affronta il problema di definizione di tale rischio, individuando i fattori causali e lecaratteristiche chiave. Viene inoltre descritto l'Accordo di Basilea sul capitale delle Banche, dalle linee base alle novità successivamente apportate.
Nel secondo viene trattata la gestione del rischio operativo, mentre nel terzo ed ultimo capitolo viene illustrato il risultato di ricerche effettuate sui bilanci di alcune banche quotate, in modo da applicare gli argomenti trattati all'analisi di alcuni casi aziendali, facendo riferimento alle funzioni di operational risk management e ai modelli di gestione del rischio operativo.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione 3 Introduzione Qualsiasi tipo di impresa, nel momento in cui si trova a dover effettuare una scelta, si trova di fronte a diversi scenari possibili e deve perciò operare in una situazione di incertezza 1 e rischio 2 . Questo vale anche per il sistema bancario internazionale che, soprattutto negli ultimi anni, con l’innovazione finanziaria e tecnologica e l’aumento della concorrenza, ha visto incrementare il livello di rischio nello svolgimento della propria attività. Tale aumento comporta indubbiamente anche una crescita del livello di capitale necessario alla copertura dell’alea, non più legata solamente all’intermediazione creditizia (cioè il classico rischio di credito), ma comprendente anche i cosiddetti rischio di mercato 3 e rischio operativo. La tesi seguente è volta proprio all’approfondimento dell’ultima tipologia di rischio sopra accennata, l’operational risk. Il lavoro si articola in tre capitoli. Nel primo capitolo si affronta il problema di definizione di tale rischio (al momento infatti ancora non si ha una precisa denominazione per la varietà di elementi che lo compongono), individuando i fattori causali e le caratteristiche chiave. Sempre in questo capitolo, per lo sviluppo dell’analisi e la rilevazione della crescente importanza del rischio operativo nelle banche, viene descritto l’Accordo di Basilea sul capitale delle Banche, dalle linee di base alle novità successivamente apportate. 1 Con incertezza si intende un evento futuro riguardo al quale il soggetto economico non dispone di elementi sufficienti per riuscire a prevedere con esattezza le probabilità di accadimento delle varie opportunità. 2 Con rischio si intende far riferimento alla situazione in cui il soggetto è a conoscenza di tutti i diversi scenari e riesce quindi a stimarne le probabilità. 3 Il rischio di mercato è quello legato alle potenziali variazioni di prezzi di mercato, tassi di interesse e di cambio e corsi azionari.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Katia Luchetta Contatta »

Composta da 107 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1695 click dal 21/06/2007.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.