Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Valutazione dell'accessibilità del sito Web della Rete Civica di Pisa e suo adeguamento alla normativa nazionale per l'accessibilità dei siti pubblici (legge 4/2004)

Valutazione dell'accessibilità del sito Web della Rete Civica di Pisa e suo adeguamento alla normativa nazionale per l'accessibilità dei siti pubblici (legge 4/2004)

Mostra/Nascondi contenuto.
Relazione Tirocinio Pardossi Letizia   Pagina 4   Introduzione Il mio interesse personale sia per internet sia per il diritto mi ha attratto inizialmente verso la scelta di questo progetto. Successivamente il mio interesse è cresciuto ancora di più visto che gli argomenti trattati sono molto attuali e l’adeguamento dei siti web all’accessibilità è in rapida espansione. Nel corso del tirocinio che ho effettuato presso il Comune di Pisa, seguita dal dottor Franco Chesi e dal sig. Riccardo Iodice, ho potuto trattare da vicino la complessità della gestione del sito web da parte di un ufficio comunale. Ho potuto inoltre conoscere la struttura dell’organizzazione comunale relativa alla gestione del sito web e le relative problematiche. Infatti, mentre alcuni enti si rivolgono ad una azienda specializzata in siti web, il Comune di Pisa ha deciso che ogni ufficio avrebbe dovuto provvedere al mantenimento delle proprie pagine. Questo comporta degli svantaggi ma anche dei vantaggi. Lo svantaggio principale è che alcune persone non sono in grado di essere indipendenti nella realizzazione di siti web, e per questo hanno bisogno di un supporto dall’ufficio Sistemi Informativi; il vantaggio principale è che non c’è bisogno di scambio di informazioni tra gli uffici e un’entità specializzata, in questo modo la pubblicazione delle informazioni è molto più veloce e corretta. Perché c’è bisogno che un sito sia “accessibile”? Per prima cosa dobbiamo definire la parola “accessibilità”. Secondo la Legge 4/2004, art.2, l’accessibilità è “la capacità dei sistemi informatici, nelle forme e nei limiti consentiti dalle conoscenze tecnologiche, di erogare servizi e fornire informazioni fruibili, senza discriminazioni, anche da parte di coloro che a causa di disabilità necessitano di tecnologie assistive* o configurazioni particolari.” La definizione contenuta nel glossario delle WCAG 1.0 1 : "Content is accessible when it may be used by someone with a disability". Tradotto in italiano: "Un contenuto è accessibile quando può essere usato da qualcuno con una disabilità". I primi beneficiari di un sito “accessibile” sono le persone affette da alcune disabilità permanenti. Tra queste citiamo: 1 http://www.w3.org/TR/WCAG10/#glossary

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Letizia Pardossi Contatta »

Composta da 92 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 918 click dal 26/06/2007.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.