Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il racconto del calcio in Italia: storia del giornalismo sportivo dalle origini ai giorni nostri

L'evoluzione del calcio in Italia, da quando venne importato dall'Inghilterra sul finire dell'800 fino ai giorni nostri. E, di pari passo, l'evoluzione che ha sconvolto il racconto giornalistico di questo sport. All'inizio sono pochissimi quelli che conoscono e si interessano al "football" ma piano piano che il fenomeno cresce aumenta anche l'interesse del pubblico. E poi ci sono i progressi della tecnologia a rivoluzionare il mondo giornalistico: la fotografia, la radio, la televisione, il satellitare, il digitale, internet, i new media... Un percorso lungo più di cento anni...

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione In principio c’era un cronista, qualcuno che si recava sul campo di calcio, si appuntava le azioni più significative della gara, per farne poi una notiziola da inserire sul giornale. Il calcio era ancora uno sport minore, il settimo- ottavo in Italia, e non erano in molti quelli che ne conoscevano almeno le regole. Era impossibile allora immaginare che una partita di calcio di alcuni anni dopo sarebbe stata seguita in diretta televisiva da milioni di spettatori sparsi in tutto il mondo. Era impossibile immaginare che il quotidiano più venduto e letto in Italia sarebbe diventato la Gazzetta dello Sport, il cui cardine, incredibile ma vero, sarebbe diventato proprio quel gioco nato in Inghilterra. Era impossibile immaginare che il football sarebbe diventato un fenomeno sociale in grado di muovere interessi miliardari e masse di tifosi, e intorno al quale si sarebbero create centinaia di figure professionali. Era impossibile immaginare che quel cronista avrebbe avuto, come “eredi”, giornalisti che si sarebbero dedicati per tutta la vita (almeno quella professionale) a quella materia considerata, allora, soltanto di contorno alle notizie principali. E che si sarebbero specializzati spesso e volentieri in figure diversificate: giornalisti della carta stampata, della televisione, della radio, redattori di testate on line, radiocronisti, telecronisti, commentatori, esperti di statistiche... Questo lavoro nasce dalla mia passione per il calcio e dall’interesse per quella che mi auguro possa diventare la mia professione: il giornalista sportivo. Si tratta di una sorta di cronistoria del giornalismo sportivo italiano e più esattamente di quello relativo al calcio, che in Italia quasi coincide con la concezione stessa di sport. Ho cercato di analizzare come si è evoluta questa professione negli anni, di pari passo alla crescita e al mutamento del movimento calcistico oltre che, se non soprattutto, grazie alle innovazioni

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Simone Bargellini Contatta »

Composta da 108 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11859 click dal 27/06/2007.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.