Skip to content

Scrivere pagine web per la comunicazione pubblica sanitaria

Informazioni tesi

  Autore: Claudio Ricci
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi della Tuscia
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Riccardo Gualdo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 70

La pubblica amministrazione italiana ha subito, dall’inizio degli anni Novanta dello scorso secolo, un processo di trasformazione indotto sia dal malcontento dei cittadini per una amministrazione troppo burocratica e spesso incomprensibile, sia dalla tempesta politica generata dalle vicende di “tangentopoli”. Il processo ancora in corso ha introdotto concetti come efficienza, efficacia, trasparenza e semplificazione, concetti che stanno cambiando i ruoli della pubblica amministrazione e dei cittadini: il cittadino sta cambiando il suo status da suddito amministrato a cliente.
La trasformazione è stata incentivata anche dall’introduzione delle nuove tecnologie informatiche e dalla diffusione capillare della rete Internet nella pubblica amministrazione, di conseguenza si sono allargate le opportunità di comunicazione con i cittadini.
I linguaggi dei nuovi media si sono affermati con una velocità e con una prepotenza nella società contemporanea che non ha avuto pari nel passato, ma si sono scontrati con pratiche linguistiche fortemente radicate nella cultura e nel rigore presupposto delle pubbliche amministrazioni. A questo scontro non si sono sottratte le strutture sanitarie nazionali, che da pochi anni a questa parte si sono affacciate alla vetrina di Internet ma che hanno mantenuto anche nei siti web abitudini linguistiche dense di burocratese.
Nel selezionare alcuni esempi di scrittura nei siti Internet delle Aziende sanitarie abbiamo potuto verificare come il cattivo uso del medium informatico e la scarsa attenzione per i destinatari dell’informazione sia un male largamente diffuso: la ricerca di esempi negativi ha dato risultati immediati e allarmanti per la loro frequenza.
Le home page dei siti delle ASL sono, in generale, ben curate nella veste grafica e nella funzionalità, presumibilmente perché elaborate da professionisti come i web master e i web designer, ma i testi presentati nelle pagine nei vari livelli dei siti non godono della stessa cura professionale.
Curare l’aspetto grafico e testuale delle pagine web migliora l’usabilità del sito, e se il sito è quello di una pubblica amministrazione il cui scopo è informare, l’usabilità, l’accessibilità e la comprensibilità dei testi diventano un dovere istituzionale nei confronti dei cittadini. Chiarezza e accessibilità agli atti della pubblica amministrazione sono principi sanciti dalla Costituzione e rafforzati dalle norme sulla trasparenza (Legge 241/90), ma rappresentano anche una opportunità per i funzionari delle amministrazioni per cambiare un atteggiamento culturale negativo e antiquato, quello dell’uso del burocratese.
È importante quindi mettersi nei panni dei destinatari dell’informazione: diventa, se possibile, più importante in quei casi in cui i riceventi sono quei cittadini che hanno bisogno di cure e cercano informazioni chiare per orientarsi nel complesso mondo della sanità pubblica.
L’idea di competitività e di “aziendalizzazione” della sanità sembra far perdere di vista lo scopo della comunicazione pubblica che è prevalentemente quello di comunicare per informare e non di comunicare per apparire.
Scrivere nei siti Internet per la sanità richiede dunque molta attenzione agli scopi della comunicazione, che sono principalmente quelli di informare i cittadini sul modo migliore di tutelare la propria salute, con una informazione chiara e comprensibile a tutti.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Scrivere pagine web per la comunicazione pubblica sanitaria 1. Introduzione Il computer ha cambiato il modo di produrre testi? Se la risposta è affermativa, è possibile trovarne traccia nei siti web delle pubbliche amministrazioni italiane, considerando che proprio questi emittenti fanno ancora un uso abbondante di forme testuali dense di burocratese? È possibile infine che la necessità di utilizzare Internet per comunicare con i cittadini possa costituire uno stimolo per la revisione e semplificazione dei testi prodotti? Dal punto di vista metodologico, per risolvere alcuni dei problemi proposti, non si può non tenere conto di un esempio di assoluto rilievo, rappresentato dallo studio per la modifica della bolletta ENEL e documentato nel libro Dante, il gendarme e la bolletta a cura di Tullio De Mauro e Massimo Vedovelli. Fissato il medium della comunicazione e le sue possibilità (grafica, ipertesti, ecc.), è di conseguenza importante conoscere chi sono i

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

asl 4 terni
asl brescia
asl potenza
asl viterbo
burocratese
claudio ricci
comprensibilità
comunicazione pubblica
flash-vacca
indici di leggibilità
internet
italiano burocraticico
leggibilità
linguistica
pagine web
riscrittura
scrittura istituzionale
semiotica
semplificazione
tecniche di scrittura
ulss belluno
università della tuscia
urp
usabilità

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi