Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La stabile organizzazione

L'identificazione della presenza di una stabile organizzazione (SO) ai fini delle imposte sui redditi , è diventato argomento di elevato interesse sia per le autorità fiscali dei vari paesi sia per le imprese multinazionali, in quanto grazie alla presenza di una SO è possibile assoggettare a tassazione i redditi d'impresa prodotti da parte di un soggetto non residente per il tramite della stabile organizzazione
Nel 2001 l'UE ha pubblicato i risultati di un'analisi condotta a livello europeo ("Company taxation in the international market") dalla quale emerge che la definizione di SO riveste un ruolo cruciale nell'ambito dei trattati contro le doppie imposizioni.
L'OCSE, oramai da alcuni anni, sta discutendo la problematica della SO tanto nell'ambito dell'e-commerce quanto nel settore tradizionale, aggiornando il commentario all'articolo 5 (SO) e all'articolo 7 (Reddito d'impresa) del Modello di trattato.
Vedremo che in certi casi la natura specifica di un mercato interamente elettronico (digitale) e senza confini (quale è internet) esige un adeguamento dei principi della materia fiscale al fine di garantire l’effettiva applicazione della legge. In altri casi le caratteristiche specifiche dei prodotti e dei servizi oggetto di transazioni on line impediscono l’applicazione della tradizionale normativa fiscale, rendendo necessarie nuove definizioni.
Al fine di evitare il persistere di fenomeni di doppia imposizione la Comunità Europea ha emanato una nuova direttiva ampliando il campo di applicazione della direttiva 90/435, estendendo la sua efficacia alle stabili organizzazioni, questo si è reso necessario dopo gli interventi in materia della Corte di Giustizia delle Comunità Europee dove veniva ribadito che l’esclusione delle stabili organizzazioni dai benefici della Direttiva, costituiva una discriminazione ed una causa ostativa alla libera circolazione dei capitali e delle persone.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 Introduzione L'identificazione della presenza di una stabile organizzazione (SO) ai fini delle imposte sui redditi , è diventato argomento di elevato interesse sia per le autorità fiscali dei vari paesi sia per le imprese multinazionali, in quanto grazie alla presenza di una SO è possibile assoggettare a tassazione i redditi d'impresa prodotti da parte di un soggetto non residente per il tramite della stabile organizzazione Nel 2001 l'UE ha pubblicato i risultati di un'analisi condotta a livello europeo ("Company taxation in the international market") dalla quale emerge che la definizione di SO riveste un ruolo cruciale nell'ambito dei trattati contro le doppie imposizioni. L'OCSE, oramai da alcuni anni, sta discutendo la problematica della SO tanto nell'ambito dell'e-commerce quanto nel settore tradizionale, aggiornando il commentario all'articolo 5 (SO) e all'articolo 7 (Reddito d'impresa) del Modello di trattato. Vedremo che in certi casi la natura specifica di un mercato interamente elettronico (digitale) e senza confini (quale è internet) esige un adeguamento dei principi della materia fiscale al fine di garantire l’effettiva applicazione della legge. In altri casi le caratteristiche specifiche dei prodotti e dei servizi oggetto di transazioni on line

Tesi di Master

Autore: Giovanni Chianese Contatta »

Composta da 32 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3924 click dal 06/07/2007.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.