Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Streaming video peer-to-peer

Test e valutazione di vari programmi di streaming video basati sul peer-to-peer.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Cosa vogliamo realizzare L’intento è realizzare una guida semplice ma puntuale che, dopo aver illustrato brevemente la tecnologia sulla quale si basano i programmi da noi testati, rivela le principali caratteristiche dei software per lo streaming video basato sul peer-to-peer. Il principale obiettivo è quello di illustrare come questi programmi permettano di vedere in pratica dal vivo flussi di dati video, quindi è quello di analizzare le loro principali funzioni. E’ stata svolta inoltre un’analisi critica dei vari programmi in modo che qualsiasi utente che voglia per la prima volta avvicinarsi al mondo dello streaming video P2P possa avere chiarezza non solo sulle funzioni svolte da questi software ma una prospettiva anche per quanto riguarda la qualità, la semplicità e l’immediatezza che questi programmi offrono. Cosa abbiamo utilizzato I programmi utilizzati sono quelli attualmente più diffusi nella rete. Essendo questa una tecnologia in via di sviluppo i software testati sono soprattutto in lingua inglese e cinese anche se il primo tentativo di streaming video basato sul P2P italiano lo abbiamo trovato e recensito. Programmi analizzati: StreamerOne. SopCast. PPLive. TVAnts. TVUPlayer. Joost. Oltre a questi abbiamo provato MediaCenter, un programma made in Italy particolare che non è un vero e proprio software per fare streaming P2P ma è una sorta di raccoglitore di tutti i principali canali televisivi che per essere visti ovviamente richiedono l’utilizzo dei programmi precedentemente citati. Abbiamo considerato questo programma perché ci sembra un segno evidente di come questa tecnologia si stia sempre più diffondendo offrendo una valida alternativa sia alla televisione sia allo streaming client- server tradizionale. Infine abbiamo allegato una piccola guida su come creare uno stream da periferiche esterne che è possibile trasmettere con alcuni dei programmi analizzati.

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Diego Magni Contatta »

Composta da 45 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2378 click dal 13/07/2007.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.