Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Zola e l'affaire Dreyfus

Che rapporto c'è tra lo Zola giornalista e lo Zola scrittore? Cosa è l'affaire Dreyfus? E cosa rappresentò nella Francia di fine '800 e più in generale nel giornalismo internazionale? Questa tesi di laurea prova a spiegarlo attraverso un'analisi diretta - linguistica e formale - degli articoli che il romanziere francese scrisse negli anni bui dell'affaire, contestualizzandoli nel panorama giornalistico e letterario del tempo, per dare l'idea della portata universale che il famosissmo J'Accuse di Emile Zola ha avuto nel tempo. Il lavoro ripercorre l'affaire cronologicamente in tutte le sue fasi e si concentra sul ruolo fondamentale che ebbe Zola nella vicenda, soffermandosi inoltre sulla figura dello scrittore a cavallo tra giornalismo e letteratura.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 La vicenda 1894-1906. 12 anni. Tanto è durato l’Affaire Dreyfus. Arrestato nell’ottobre del 1894, il Capitano dell’Artiglieria Francese, allora tirocinante presso lo Stato Maggiore, sarà infatti riabilitato e reintegrato nell’esercito solo nel luglio del 1906. La vicenda prende l’avvio alla fine di settembre del 1894, quando i Servizi Segreti Francesi (e più precisamente la Sezione di Statistica diretta dal Colonnello Sandherr) intercettano una lettera non datata (il cosiddetto bordereau) indirizzata a M. Von Schwartzkoppen (Addetto Militare dell’Ambasciata Tedesca di Parigi), contenente documenti militari confidenziali riguardanti l’organizzazione dell’Esercito Francese (uno sul Madagascar e due concernenti l’Artiglieria e le Truppe di Copertura).

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Patrizia Nettis Contatta »

Composta da 75 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3781 click dal 13/07/2007.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.