Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'impresa tra arte, creatività e cultura

Il presente elaborato ha l’obiettivo di proporre una lettura dello sviluppo del cammino dell’innovazione degli ultimi anni portando alla luce la crucialità della cultura, fattore sempre più importante nell’economia odierna, e facendo dell’arte e della creatività i volani attraverso cui presentarsi al mercato con un’offerta differenziata e ricca di significati immateriali in linea con le esigenze attuali della domanda, facendo attenzione ai principi dell’economia della conoscenza.
In una prima parte sarà analizzato lo scenario macro nel quale le aziende d’oggi si trovano a competere, i cambiamenti intervenuti nel contesto di consumo e nel contesto di lavoro e la necessità di prendere atto della centralità dell’individuo e dei suoi valori anche nel contesto economico.
Si sottolinea quindi il passaggio da un’innovazione come atto singolo e isolato ad una concentrata prima sulla tecnologia e poi sulla conoscenza e sulle istanze partecipative delle persone e dalla loro volontà di trovare significati alle azioni che svolgono, fattori cruciali nell’economia della creatività che verrà analizzata e presa a riferimento per la tesi sostenuta.
Nella seconda parte si cercherà di mettere in luce, e argomentando, la posizione secondo cui i tempi sono maturi per un incontro ricco e proficuo, in ottica progettuale, tra mondo aziendale e mondo artistico – culturale. A questo proposito verranno studiati i livelli di coinvolgimento nell’impresa, dell’arte e della cultura, fucine inesauribili di significato e agenti sinergici che forniscono agli altri settori del sistema produttivo contenuti, strumenti, pratiche creative, valore aggiunto in termini di valore simbolico ed identitario.
Nell’ultima parte dell’elaborato verranno presi in esame casi di imprese italiane eccellenti nei loro settori, che hanno fatto della dell’arte e della cultura elementi forti del loro business. Senza alcuna pretesa di fornire un teorema assodato, e si cercherà di identificare i patterns ricorrenti che possono segnalare percorsi preferenziali di crescita per le aziende aperte al mondo artistico – culturale, nella cornice dello scenario economico attuale, patterns probabilmente adottabili anche ad altre realtà aziendali nel rispetto della soggettività strategica di ciascuno.
Si tenterà quindi di presentare i contributi provenienti da questi settori come una nuova dimensione della innovazione che tanto può fare per le imprese italiane, chiamate a mettere a valore la ricchezza culturale che da sempre le caratterizza riconoscendo l’importanza dell’artista come soggetto dotato di particolare sensibilità in grado di anticipare tendenze e di agire come coordinatore di una molteplicità di soggetti portatori di conoscenze variegate.

Mostra/Nascondi contenuto.
L’impresa tra arte, creatività e cultura - 4 - INTRODUZIONE “Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi.” Voltaire Il rapporto tra arte, impresa e tecnologia: un excursus storico Le prime forme di rappresentazione che potremo in qualche modo definire “artistica” risalgono a circa 30.000 anni fa; esse non sono state realizzate né a fini estetici né a fini decorativi. Il loro significato va piuttosto ricercato nell’ambito della magia e dei riti propiziatori, mediante i quali si credeva di poter intervenire direttamente sulla realtà, modificando a proprio vantaggio gli eventi e le leggi della natura. Numerosi studi dimostrano che l’uomo da sempre elabora una serie di simboli mediante i quali riesce ad esprimersi e ad entrare in contatto con una dimensione a lui superiore. L’arte e la cultura nelle loro più disparate forme hanno sempre accompagnato l’umanità nel suo cammino, esprimendone esigenze, passioni e angosce. Le sorti delle agorà greche dell’impero romano e di tutte le grandi civiltà della storia sono state segnate anche dalle forme culturali e artistiche di cui si sono fatte promotrici. Potremmo allora chiederci in che modo il sentiero artistico e quello culturale hanno in varie forme intrecciato anche quello economico. Si è concordi nel definire oggetti artistici manufatti realizzati artigianalmente con la cura dei particolari e l’attinenza al contesto culturale cui sono inseriti, ancora, “artistiche” sono la maggioranza degli edifici religiosi che abbelliscono l’ Europa e il mondo intero. Pensandoci bene quei

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Ilaria Paparella Contatta »

Composta da 234 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7002 click dal 24/07/2007.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.