Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il consenso del paziente al trattamento medico-chirurgico

la tesi riporta le varie teorie cirla la natura giuridica che si a ssegna al consenso del paziente al trattamento medico-chirurgico e si interessa dei risvolti penalistici di un eventuale trattamento medico-chirurgico compiuto in assenza del relativo consenso del paziente

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE. Analogamente a quanto accaduto in diversi stati esteri, anche in Italia si sta sempre più affermando la tesi secondo cui la legittimità del trattamento medico dipende dal consenso informato del paziente. Tale innovazione si inserisce all’interno di una nuova concezione del rapporto fra medico e malato. In questa prospettiva il paziente recupera un ruolo centrale, tale che viene ribaltata la “vecchia” impostazione paternalistica che vede il trattamento medico (pur, al limite, nel rispetto del consenso dell’avente diritto) come un dovere del medico a vantaggio di un’altra che lo vede come un diritto del paziente. Quanto al fondamento normativo di tale nuova visione del rapporto medico - paziente, la dottrina è assolutamente concorde nel rinvenirlo negli artt. 13 e 32, comma 2, della Costituzione, i quali connoterebbero senz’altro il nostro ordinamento penale in maniera spiccatamente personalistica, con la conseguenza che la libertà di autodeterminazione terapeutica assurge a livello di valore implicitamente costituzionalizzato. Va detto peraltro che, nonostante tale indiscussa copertura costituzionale, il tema del consenso informato da parte del paziente non trova alcuna adeguata disciplina di carattere ordinario, il 1

Diploma di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Luca Buonajuto Contatta »

Composta da 198 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7168 click dal 24/07/2007.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.