Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il cluster di arte visiva contemporanea a Berlino

La tesi raccoglie lo studio, in loco, della realtà di un cluster culturale, quello nato a Berlino. A livello teorico, vengono analizzati i cluster culturali, le loro caratteristiche, le origini. A livello più empirico, ma ancora generale, viene dato uno sguardo economico-statistico ai vari cluster presenti a Berlino. Infine, l'attenzione focalizza sul cluster di arte visiva; del quale vengono studiate le origini, le peculiarità e il possibile sviluppo. Il tutto da un punto di vista economico, ma ovviamente, senza tralasciarne l'aspetto culturale

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE In questi ultimi anni, si sente spesso parlare del fenomeno dei distretti culturali. Queste realtà, soprattutto a livello urbano, sembrano essere promotrici di rinascite sociali ed economiche per le città che ne sono protagoniste. L’obiettivo di questa tesi è studiare un cluster culturale, quello di Berlino e, in particolare, il cluster di produzione, costituitosi alla metà degli anni ’90, nel settore dell’arte visiva, che si è formato negli ultimi dieci anni. Lo sviluppo del tema in questione è diviso in tre parti. Il primo capitolo, verte sul tema del cluster culturale da un punto di vista generale, con speciale attenzione ai cluster culturali di Berlino. Affronterò, innanzitutto, il tema da un punto di vista teorico, dando una presentazione basilare dell’argomento. Questa introduzione teorica non ha valore scientifico, ma serve semplicemente per chiarire alcuni dei principali elementi concettuali e per presentare le dinamiche ancora aperte nello studio del fenomeno. Verrà presentato un minimo di percorso storico della città. Normalmente un’analisi di tipo storico non è necessaria, se non specificamente per l’argomento analizzato, ma la complessità dei fenomeni relativi alla capitale tedesca ne fanno una base essenziale per capire l’aspetto attuale della città da qualsiasi punto di vista la si voglia analizzare. Fatta questa presentazione l’argomento principale di questo capitolo saranno i vari cluster culturali berlinesi. Li introdurrò, con un’ottica statistica, dando particolare spazio a quello dell’arte visiva. All’interno di questa analisi, saranno anche presentati in relazione alla situazione economica di Berlino. Nel secondo capitolo si focalizzerà, invece, proprio sul cluster di produzione di arte visiva, studiandone l’origine. Verranno introdotti, dal punto di vista teorico, alcuni degli elementi fondamentali che portano alla nascita di un cluster culturale. Dopo questa introduzione, verranno, invece, presentati gli elementi che hanno portano alla nascita dello specifico cluster soggetto dell’analisi. Questi elementi sono stati individuati come atmosfera, scuole d’arte, facilitazioni per gli artisti, un attore chiave (il KunstWerk), e, infine, la piccola e media imprenditorialità artistica che ha popolato Mitte, il quartiere protagonista del cluster, formata dai galleristi e artisti. A questi fattori aggiungo quello che io definisco un metafattore, innescabile solo in presenza degli altri fattori: il basso costo della vita e la disponibilità di zone abbandonate e da riqualificare dal punto di vista urbano. Durante l’analisi, quest’ultimo fattore sarà citato molto spesso, per la sua crucialità nel favorire il processo di urbanizzazione artistica della città. Il secondo capitolo focalizza, perciò, sul momento iniziale della formazione del cluster. Il terzo capitolo, parlerà dei successivi sviluppi del cluster, focalizzandosi sulle carenze che il cluster presentava durante la sua formazione e verificando, in che modo e se, questi difetti siano

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Annabella Sperotto Contatta »

Composta da 133 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1604 click dal 26/07/2007.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.